Apple avvisa che le tasse non si pagano con le carte regalo iTunes

Apple ricorda agli utenti statunitensi che le carte regalo iTunes non possono essere utilizzate per pagare le tasse. L’avvertimento di Apple è insolito ma parte da una ragione precisa

Apple avvisa gli utenti che le tasse non si pagano con le carte regalo iTunes

Negli Stati Uniti Apple ricorda agli utenti che non è possibile pagare le tasse con le carte regalo iTunes. Un avvertimento insolito e curioso che viene mostrato sia quando si sta per acquistare una carta regalo iTunes online, sia stampato sul retro delle carte fisiche proposte in vendita nei negozi al dettaglio.

Naturalmente per la maggior parte degli utenti è da sempre perfettamente chiaro che la tasse non si possono pagare con carte regalo iTunes, anche perché queste possono essere utilizzate esclusivamente per effettuare acquisti nei negozi digitali di Cupertino, quindi App Store e iTunes Store, per musica, app, film ed ebook.

Ma l’avviso di Cupertino si è reso necessario per una serie di truffe telefoniche che si protraggono da tempo negli USA e che sembrano colpire numerosi utenti. Questi vengono contattati con una telefonata che parte da un numero fasullo che viene indicato sullo schermo come proveniente dagli uffici dell’Internal Revenue Service, l’agenzia di riscossione delle tasse USA.

Apple avvisa gli utenti che le tasse non si pagano con le carte regalo iTunesAll’altro capo della comunicazione i truffatori dichiarano che l’utente in questione è in debito con l’erario, somma che deve essere immediatamente versata, pena l’arresto. In questo articolo riportiamo da AppleInsider una foto di una iTunes Card in USA con la scritta di avvertimento di Apple. Per risolvere in contenzioso con l’IRS i truffatori propongono ai malcapitati di pagare le tasse acquistando carte regalo iTunes.

Una volta acquistata una carta, online oppure in un negozio, per saldare il proprio debito con il finto erario è sufficiente leggere il numero al telefono. In questo modo l’importo versato viene sostanzialmente rubato, senza possibilità di poter rintracciare i truffatori.

Da diversi anni a questa parte le telefonate truffa sono sempre più diffuse in USA. Per tentare di contrastare il fenomeno Apple in iOS 13 ha inserito una nuova funzione che devia in automatico alla casella di posta vocale le telefonate provenienti da numeri associati a marketing, pubblicità e truffe.