fbpx
Home Macity Apple History & Lifestyle Apple prende casa sul Tamigi: il nuovo Campus a Londra sarà spettacolare

Apple prende casa sul Tamigi: il nuovo Campus a Londra sarà spettacolare

La sede principale del business internazionale di Cupertino rimarrà sempre l’Irlanda ma per il 2021 è programmata l’inaugurazione di un nuovo spettacolare Apple Campus a Londra. Attualmente Apple impiega circa 1.400 persone nella capitale del Regno Unito dislocate in 8 diversi uffici, location che presumibilmente verranno abbandonate per unire tutti i dipendenti nella nuova sede all’interno del Battersea Power Station.

apple campus a londra 4
L’edificio Battersea Power Station che ospiterà il nuovo Apple Campus a Londra: foto Wikipedia di Alberto Pascual

Si tratta di un imponente edificio storico situato proprio sulla riva del Tamigi, una ex centrale elettrica a carbone che con la sua mole immensa e quattro ciminiere domina lo skyline della metropoli. L’ex centrale, costruita tra gli anni ’30 e ’50 e abbandonata nel 1983 è stata abbandonata per anni, per poi essere ristrutturata come edificio storico rilevante ma tuttora privo di destinazione.

Il progetto annunciato di trasformarlo nell’ Apple Campus a Londra, riportato da Evening Standard, risolve definitivamente la questione: per la città si tratta del singolo contratto di locazione uffici più rilevante siglato da 20 anni a questa parte.

Apple non sarà l’unico inquilino: nell’edificio troveranno posto anche negozi, attività e appartamenti. In ogni caso è certo che Cupertino sarà la presenza principale con uno spazio occupato di 500mila piedi quadrati, che si traducono in poco meno di 46.500 metri quadrati, sufficienti per i primi 1.400 dipendenti ma anche per arrivare fino a 3.000 in caso di espansione.

apple campus a londra 1

La sagoma dell’ex centrale è una vista iconica della capitale inglese e gli appassionati di musica Rock ricorderanno la copertina di uno degli album del 1977 dei Pink Floyd, Animals (con il grande maiale volante tra le ciminiere usato per il lancio del disco)  ma anche nel film del 1965 “Help” dei Beatles, nella brochure dell’album “Quadrophenia” degli Who fino al libretto di “The Resistance” dei Muse.

Qui sotto uno sguardo al sito prima della sua chiusura per l’inizio dei lavori di ristrutturazione.

E qui in documentario sulla lunga storia dei progetti per la sua ristrutturazione.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,983FansMi piace
93,611FollowerSegui