Apple deposita due brevetti per NFC e pagamenti sicuri con smartphone

La casa di Cupertino ha depositato due nuovi brevetti: il primo concerne un metodo per stabilire una sessione sicura usando la tecnologia di connessione wireless NFC; il secondo brevetto riguarda una tecnica per fare acquisti ed eseguire transazioni usando un dispositivo portatile

Il sito Patently Apple fa notare che la casa della Mela ha ottenuto dall’US Patent & Trademark Office un brevetto per stabilire una sessione sicura usando la tecnologia di connessione wireless NFC. Dal 2008 al 2010 Apple ha registrato vari brevetti che sfruttano la tecnologia in questione, ma non l’ha finora usata in nessun dispositivo. Lo scorso anno Phil Schiller, senior vice president Worldwide marketing di Apple, a margine della presentazione di iPhone 5 disse che non era ancora chiaro “Se NFC sia la soluzione a ogni problema attuale”. Nonostante le parole di Schiller è evidente che la società sta continuando a lavorare in quest’ambito e non è da escludere l’integrazione della tecnologia NFC in futuri dispositivi della Mela.

Un secondo brevetto riguarda una tecnica per fare acquisti ed eseguire transazioni usando un dispositivo portatile. Un dispositivo può essere configurato per riconoscere un dettagliante e raccomandare metodi di pagamento in base alle preferenze del consumatore riconoscendo il venditore e quali offrono benefit. L’utente può impostare preferenze concernenti le tipologie di pagamento (tasso di interesse, saldo corrente, premi) massimizzando i benefici delle proprie scelte. In alternativa il dispositivo può segnalare in anticipo benefici da potenziali acquisti presso un rivenditore e fornire indicazioni e raccomandazioni in base alle informazioni raccolte. Da uno degli schemi mostrati nel brevetto, si evince che per il pagamento non è necessario il registratore di cassa: il rivenditore calcola l’ammontare da pagare e trasferisce la fattura al dispositivo dell’utente finale con un tap sullo schermo.

[A cura di Mauro Notarianni]