Beatles in streaming, Spotify e Apple Music bruciano tutti

A solamente 48 ore dal rilascio dell’intero catalogo Beatles in streaming sono stati riprodotti 50 milioni di brani. Spotify domina seguito da Apple Music, i due servizi musicali distanziano tutte le altre piattaforme

Streaming Beatles

Per la prima volta alla Vigilia di Natale è stato reso disponibile il catalogo musicale dei Beatles in streaming. La società di analisi Brandwatch offre alcuni numeri interessanti: in solamente 48 ore dal rilascio dell’opera dei Beatles in streaming gli utenti hanno richiesto e ascoltato 50 milioni di brani, il più richiesto in assoluto è Come Toghether con 1,8 milioni di ascolti.

L’analisti risulta interessante anche per un’altra ragione, infatti rileva che Spotify domina su tutti seguito da Apple Music, un risultato notevole per la Mela considerando che il servizio è stato lanciato solo pochi mesi fa, in ritardo rispetto al resto del mercato.

Beatles in streaming
Gli ultimi numeri annunciati da Spotify indicano 20 milioni di utenti abbonati paganti, mentre per Apple Music Apple ha annunciato 6,5 milioni di utenti quando l’app non era ancora disponibile per Android.

Ricordiamo che i Beatles sono stati tra gli ultimi dei più famosi ad abbracciare prima la musica digitale venduta online e poi lo streaming. Il rilascio alla Vigilia di Natale è avvenuto non solo su Spotify e Apple Music ma anche su Google Play, Microsoft Groove, Rhapsody, Tidal, Slacker e Amazon Prime, tutti a grande distanza dai primi due. Le rilevazioni di Brandwatch, riportate dal Daily Mail, sono basate sui messaggi postati dagli utenti sui principali canali social, in totale 46 mila messaggi di cui l’87% contiene commenti positivi, solo il 13% invece negativi.

Ricordiamo che oltre ad Apple Music su iTunes Store è disponibile l’album The Beatles 1, raccolta di 27 brani rimasterizzati con tutti i più grandi successi dei Magnifici 4 di Liverpool. Ogni singolo brano costa 1,29 euro mentre la raccolta completa costa solo 9,99 euro.

beatles