Caffè, ciambella e tablet: Starbucks ha comprato 23.000 iPad

Caffè e tablet contro il razzismo e non solo: Satarbucks ha comprato 23.000 iPad, una spesa di 7,5 milioni di dollari circa. I tablet sono stati impiegati per un corso contro le discriminazioni razziali destinato ai dipendenti, ma verranno impiegati anche per altri scopi

StarBucks Barista

iPad piace a Starbucks: il colosso delle caffetterie statunitensi ha comprato 23.000 iPad, un mega acquisto effettuato a maggio per erogare un corso contro pregiudizi e discriminazioni razziali ai propri dipendenti.

Si stima che la società abbia comprato in media da 2 fino a 5 iPad per ogni suo punto vendita, complessivamente oltre 8.000 caffetterie negli USA. La spesa complessiva si calcola intorno ai 7,5 milioni di dollari, questo a partire dai 329 dollari del prezzo di listino del muovo iPad 2018 con supporto Apple Pencil, anche se con ogni probabilità la società ha beneficiato di un prezzo scontato per acquisto in grandi quantità.

starbucks ipad foto starbucks-coffee 740 iconIl mega acquisto di iPad da parte di Starbucks è servito per mettere a disposizione i tablet ai dipendenti per il corso contro i pregiudizi razziali. Per questo corso speciale tutti i punti vendita Starbucks sono rimasti chiusi un intero pomeriggio nel mese di maggio, una operazione che Howard Schultz, fondatore ed ex top manager della società, ha dichiarato è costata decine di milioni di dollari.

Una spesa che però Schultz considera più un investimento, come probabilmente anche gli iPad acquistati per l’occasione. Una cosa è certa: i tablet di Apple acquistati saranno impiegati anche in futuro per altri corsi di formazione e aggiornamento dei dipendenti. recentemente la nota catena ha segnato un altro record: la sua app per i pagamenti all’interno delle caffetterie conta più utenti di Apple Pay in USA.