AT&T voleva produrre i cellulari nel 1947

Fino agli anni ’80, la Commissione federale delle comunicazioni degli Stati Uniti non ha ritenuto una prioritià le reti di telecomunicazioni cellulare. La telefonia così come la conosciamo oggi, poteva nascere molti anni prima.

Il Professor Thomas Hazlett della Clemson University ha studiato la storia dello spettro radio arrivando alla conclusione che la tecnologia sfruttata per le reti di telecomunicazioni cellulare, quella che permette la telecomunicazione nei vari punti di un territorio, poteva nascere con 40 anni di anticipo ma questo non è accaduto perché lo spettro in questione non è stato messo a disposizione da chi regolamenta il settore.

La congettura è che i telefoni cellulari sarebbero sempre stati considerati beni di lusso, poco interessanti per la massa, e per questo importanti parti dello spettro negli USA non sono state messe a disposizione fino agli anni ’80, riservando canali con varia ampiezza di banda ai canali televisivi.

“AT&T aveva iniziato a sviluppare la tecnologia cellulare nel 1947” si legge nel documento, “ma la FCC (la Commissione federale delle comunicazioni degli Stati Uniti, ndr) respinse l’idea, ritenendo che lo spettro poteva essere sfruttato meglio per altri servizi che non avevano a che fare con “beni di comodo o di lusso”. Questo modo di pensare, l’idea che si trattasse di un servizio troppo di nicchia, è così rimasto fino agli anni ’80, considerando l’idea della telefonia cellulare un mercato per il quale, secondo la FCC, non era necessario assegnare priorità.

Nel 1949 alla telefonia era destinato il 4.7% dello spettro disponibile; alla radiodiffusione televisiva era stato assegnato il 59.2% dello spettro. Fu solo nel 1970 che l’agenzia decise di distribuire parte dello spettro a nuovi servizi, spostando alcuni canali televisivi. Dal 1970 al 1982 la tecnologia cellulare si trovò al centro di un caos dal punto di vista legale, sconquassata da regolamentazioni, riconsiderazioni e sentenze di tribunali. Uno studio del 1991 pubblicato dal National Economic Research Associates concluse che se la FCC avesse voluto, le licenze in quest’ambito potevano essere concesse già nel 1972 e il servizio operativo già nel 1973.

cellulari nel 1947