Samsung adora le Animoji, attese più evolute su Galaxy S9

Samsung Animoji

Un’altra funzionalità esclusiva di iPhone X sarà disponibile agli utenti Android: sembra che con Galaxy S9, Samsung offrirà la propria versione di Animoji e sarà una funzione «Più avanzata» rispetto a quella di Apple

[banner]…[/banner]

La campagna di marketing Apple su iPhone X si è concentrata moltissimo intorno alle Animoji, ma presto sembra non sarà l’unico smartphone ad offrirle: secondo il sito web coreano ETNews i prossimi Samsung Galaxy S9 e S9 Plus integreranno una funzione di emoji 3D animate addirittura indicata «Più avanzata» rispetto alle Animoji di Cupertino.

Come per iPhone X, gli utenti potranno scegliere tra vari personaggi tridimensionali, animali inclusi, che imiteranno i movimenti del viso dell’utente tracciato attraverso la tecnologia di riconoscimento facciale sviluppato da Samsung. Dettagli e nome di questa nuova funzionalità dovrebbero essere svelati durante il Mobile World Congress di Barcellona il prossimo 25 febbraio: durante la più importante fiera dedicata al mondo mobile è infatti attesa la presentazione dei nuovi Galaxy S9 e Galaxy S9 Plus.

Samsung Animoji

Nelle scorse settimane sono trapelate anche diverse altre caratteristiche probabilmente presenti sui nuovi terminali. Innanzitutto, sebbene Google stia sviluppando una versione Android con supporto a una interfaccia grafica con il “notch” stile iPhone X, i futuri Galaxy S9 non seguiranno questa tendenza ma manterranno invece cornici sottili ai bordi superiore ed inferiore del display.

Difficile dire se Samsung sia riuscita a nascondere i sensori per il riconoscimento facciale in una porzione minore di spazio o se impiegherà una tecnologia differente. Sembra invece sicuro che, oltre a questo, i due telefoni includeranno anche un sensore per la scansione delle impronte digitali ed uno scanner per l’iride, offrendo così maggiori opzioni di sicurezza per lo sblocco dei dispositivi. Per quanto riguarda poi la commercializzazione, le voci puntano al lancio sul mercato dal 16 marzo, con l’avvio dei preordini un paio di settimane prima.