fbpx
Home Hi-Tech Audio / Video / TV / Streaming Coronavirus, Netflix ridurrà la qualità dello streaming per evitare sovraccarichi sulla rete

Coronavirus, Netflix ridurrà la qualità dello streaming per evitare sovraccarichi sulla rete

Netflix ha annunciato che per 30 giorni ridurrà la qualità dello streaming in Europa, al fine di evitare sovraccarichi sulle reti Internet, dal momento che in questi giorni di emergenza coronavirus, molti più utenti del normale sono connessi da casa per via dei provvedimenti presi da varie nazioni per contenere il coronavirus (SARS-CoV-2).

Secondo quanto dichiarato dall’azienda, la mossa dovrebbe ridurre il traffico dalla sua piattaforma europea del 25%, offrendo allo stesso tempo “un servizio di qualità” per gli utenti.

Tecnicamente si tratta di ridurre il cosiddetto bitrate (a grandi linee: la quantità di dati trasmessi in un dato intervallo di tempo). La decisione si è era necessaria dopo che il Commissario europeo per il mercato interno e i servizi, Thierry Breton, ha chiesto alle piattaforme di streaming come Netflix di trasmettere in qualità standard e non in alta risoluzione, in modo da “consentire a tutti di accedere a internet”, senza congestionare le reti.

Coronavirus, Netflix ridurrà la qualità dello streaming per evitare sovraccarichi sulla rete

“In seguito ai colloqui tra il commissario Thierry Breton e Reed Hastings (CEO di Netflix, NDR) e per le straordinarie sfide poste dal coronavirus, Netflix ha deciso di ridurre il bit rate in tutta Europa per i prossimi 30 giorni», ha riferito un portavoce della società, spiegando ancora che l’azienda stima che il traffico dati di Netflix in Europa verrà ridotto del 25 per cento ma che verrà comunque assicurata «una buona qualità del servizio» per gli abbonati.

E’ difficile capire cosa succederà agli abbonamenti 4K: la banda sarà ridotta proporzionalmente oppure saranno tagliati in toto per portarli ad HD? E la stessa cosa avverrà per gli abbonamenti HD?

Con l’emergenza coronavirus in corso, le connessioni internet sono sotto pressione: molte più persone si trovano a giocare, guardare film in streaming e sfruttare costantemente la rete. Pochi giorni addietro Luigi Gubitosi, amministratore delegato di Telecom, ha riferito che l’azienda ha registrato un aumento di più del 70% del traffico internet sulla rete fissa”, con un corposo contributo dato dai giochi online.

La riproduzione di serie TV o film su Netflix utilizza circa 0,7 GB di dati all’ora per ogni streaming di video in definizione standard (non HD) e fino a 3 GB all’ora per ogni streaming di video in HD, mentre le trasmissioni 4K viaggiano a 7GB.

Già ora è possibile ridurre da soli la qualità del servizio impostando un bitrate più basso nel proprio profilo Netflix: basta andare nella voce “Il mio profilo”, da qui selezionare la Impostazioni di riproduzione e scegliere una delle voci meno “esigenti” come Basso (qualità video minima, fino a 0,3 GB all’ora per dispositivo) o Medio (qualità video standard, fino a 0,7 GB all’ora per dispositivo).


Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Coronavirus sono disponibili da questa pagina.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 1 TB GB , minimo storico: 1018 euro

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 1TB GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1018 euro, quasi il 25% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,883FansMi piace
93,611FollowerSegui