Eternal Legacy: la fantasia finale di Gameloft

La lineup natalizia di Gameloft si apre con un JRPG dalle dimensioni enormi, che trae chiaramente ispirazione dalla serie Final Fantasy ma ne ricrea ottimamente il feeling. Su App Store a 5,49€.

logomacitynet1200wide 1

Mai come quest’anno, i possessori di dispositivi iOS si preparano a un Natale estremamente ricco di giochi e applicazioni sensazionali e, senza alcuna ombra di dubbio, il ruolo di mattatore stavolta spetta a Gameloft, con la più massiccia lineup di titoli che si sia mai vista da un po’ di tempo a questa parte. Con Dungeon Hunter II ormai su App Store, N.O.V.A. 2 e Asphalt 6 pronti al lancio, e giochi come Star Front: Collision e Shadow Guardian all’orizzonte, il colosso francese sembra intenzionato a riscaldare il gelido inverno dei suoi fan. Tra i titoli dicembrini fa però capolino anche questo Eternal Legacy, JRPG palesemente ispirato ai classici del genere, ma che si rivolge soprattutto agli appassionati più esigenti che da mesi sembrano attendere un gioco all’altezza di Chaos Rings.

Già dal nome, Eternal Legacy sembra quasi voler scimmiottare i franchise Square-Enix, e in particolare quel Final Fantasy che negli anni ha saputo conquistarsi un enorme seguito di seguaci sparsi in tutto il mondo. Le somiglianze sono palesi in qualsiasi aspetto, tant’è che non è sbagliato definire il gioco un vero e proprio rip-off dei capitoli più recenti: a partire dalla trama, che vede un gruppo di ribelli opporsi a un enorme e perfido impero, in maniera molto simile a quanto raccontato in capitoli come Final Fantasy VI, VIII e XII, laddove è possibile trovare somiglianze anche nell’iconografia del gioco. È il caso, ad esempio, degli enormi cristalli che racchiudono il potere della natura e degli spiriti, da sempre simbolo caratteristico della serie targata Square-Enix. Ambientata in un mondo che mescola fantasy e fantascienza, la storia vede il giovane Astrian opporsi ai regnanti di Algoad nel loro tentativo di sfruttare e deturpare la natura per ottenere sempre più potere e risorse: nel farlo si unirà però alla figlia del sovrano, la quale scoprirà pian piano cosa sta davvero tramando il suo regno. Anche i personaggi sembrano ispirarsi al modello nipponico, grazie a pettinature sgargianti, abiti appariscenti e armi fuori dal comune. Se da un lato peccano di scarso carisma e personalità, tuttavia, gli attori di questa massiccia avventura si riprendono con un buon doppiaggio: non c’è una frase che non sia doppiata, mentre chi non dovesse gradire le voci può sempre disattivarle attraverso il menù di opzioni. E infine le meccaniche di gioco, talmente vicine a un Final Fantasy che Eternal Legacy potrebbe essere tranquillamente confuso per gioco Square-Enix: il classico sistema di combattimento a turni permette di controllare un party da tre giocatori, mentre è possibile decidere se impartire personalmente gli ordini ai propri compagni o se dare loro una strategia da seguire. Da questo punto di vista si è fatto un ottimo lavoro: si può ad esempio ordinare a un compagno di attaccare incondizionatamente, mentre l’altro si preoccupa di curare l’intero team turno dopo turno. Il resto è assai familiare a chi ha giocato almeno un JRPG in vita sua: oltre al classico attacco, il proprio alter-ego può decidere di utilizzare un oggetto o di ricorrere a una delle sue abilità speciali. Proprio come i Chocobo di Final Fantasy, i buffi Piyagi possono essere cavalcati per spostarsi più rapidamente all’interno del mondo di gioco, mentre di tanto in tanto è possibile partecipare a divertenti gare di velocità. Vincendo battaglie e aprendo forzieri si possono trovare nuove armi e armature in grado di potenziare i vari membri del party, mentre i punti esperienza guadagnati permettono ovviamente di salire di livello e apprendere nuove abilità speciali. Tecnicamente, Eternal Legacy è a dir poco impressionante: qualcuno può obiettare che stilisticamente Chaos Rings sia una spanna sopra, ma grazie a modelli e ambienti dettagliati, a una telecamera 3D ruotabile liberamente e a una grafica in alta definizione che supporta pienamente Retina Display, il gioco di Gameloft riesce visivamente ad essere più impressionante. Soprattutto, ovvio, se giocato su iPhone 4 o iPod Touch di quarta generazione.

Insomma, davanti a Eternal Legacy potete storcere il naso, snobbarlo e accusarlo di essere troppo classico e fin troppo simile a un Final Fantasy. Oppure potete chiudere un occhio, farlo vostro e lanciarvi in un’avventura mastodontica ed estremamente longeva, in grado di unire meccaniche ormai consolidate a una realizzazione tecnica notevole. È un peccato che i personaggi abbiano poca personalità rispetto ai protagonisti di giochi più blasonati, ma è un piccolo neo per quello che, a tutti gli effetti, è assieme a Chaos Rings il miglior JRPG con grafica 3D finora uscito su App Store. Il gioco è attualmente disponibile per iPhone e iPod Touch al costo di 5,49€.

Pro:
Tecnicamente notevole
Avventura assai longeva
I dialoghi sono interamente doppiati
Gameplay collaudato

Contro:
Nessuna innovazione
Personaggi poco carismatici

Grafica 9
Storia 7 
Audio 7 
Giocabilità 8
Totale 8 

151210-eternal-1.jpg151210-eternal-2.jpg151210-eternal-3.jpg151210-eternal-4.jpg