Google prepara lo schermo OLED VR da 20 milioni di pixel per occhio

Google starebbe collaborando con un’importante azienda del settore per costruire schermi OLED VR, con 20 milioni di pixel per occhio.

Secondo le voci provenienti da VRsource, Google starebbe lavorando in gran segreto, insieme ad un importante partner, alla realizzazione di uno schermo OLED dedicato alla realtà virtuale, in grado di supporterà una risoluzione di 20 milioni di pixel per occhio.

Si tratta di una risoluzione particolarmente alta, considerato che un display 4K ha 8,3 milioni di pixel; ciò vuol dire, che questo pannello VR supera di 2,5 volte il numero di pixel presenti in un display 4K. In termini di densità, questo nuovo schermo potrebbe raggiungere i 1.800 ppi. Anche tale cifra è particolarmente elevata se rapportata agli attuali schermi presenti sul mercato. A maggio 2016 Samsung ha già dimostrato come un display da 5.5″ con risoluzione 3840×2160 possa raggiungere gli 806ppi, anche se la stessa società aveva dichiarato di poter produrre pannello da 1200 ppi, con un obiettivo da raggiungere dichiarato in 1500 ppi.

Non è noto il nome della società che collabora con Google al progetto segreto, anche se il campo di indagine si restringe a Samsung, o LG, considerate attualmente le vere protagoniste della tecnologia OLED.

La società di Mountain View, comunque sta investendo particolarmente sulla tecnologia della realtà virtuale, e ha già annunciato di aver stretto una collaborazione con Sharp, per la produzione di un display LCD VR, con l’obiettivo di creare uno schermo LCD con un elevato tempo di risposta e ad alta risoluzione. Sarà interessante apprezzare gli sviluppi di questa collaborazione, con la certezza che Google sarà protagonista dell’evoluzione della realtà virtuale, attualmente in corsa sia su schermi LCD, che OLED.

oled vr