Il make up è un’esperienza digitale: L’Oreal sposa la realtà aumentata

L'Oreal ha acquisito Modiface, l'azienda leader dell'hi-tech nel mondo della cosmesi e della bellezza e punta tutto sulla realtà aumentata.

l'oreal

Il gigante del make up L’Oreal punta tutto sull’hi-tech e la realtà aumentata: è dei primi di marzo 2018 la notizia dell’acquisizione da parte di L’Oreal di Modiface, la società leader nel settore della beauty AR, che vanta collaborazioni con i maggiori marchi del mondo della cosmesi per creare app di realtà aumentata per dispositivi mobile e desktop.

La tecnologia AR di Modiface è alla base di un lungo elenco di app e siti per la cosmesi e la moda: dal sito di Estee Lauder che offre la possibilità di provare virtualmente l’effetto di un rossetto sulle labbra, alle app di Lancome, YSL, Maybelline e Nyx, fino all’app Virtual Artist di Sephora che permette all’utente di vedere come stanno i prodotti applicati sul proprio viso. Oltre alle applicazioni, Modiface realizza anche gli “Specchi AR”: dei veri e propri specchi in cui compare una tavolozza virtuale di colori da sperimentare e provare, grazie ad una microcamera che riproduce il volto dell’utente e permette di selezionare diversi colori e di poter vedere sullo schermo il risultato finale anche da diverse angolazioni semplicemente muovendo il capo.

L'Oreal

Quella di L’Oreal non è un’acquisizione – di cui per primo ha parlato Bloomberg – fatta alla cieca: il colosso del make up aveva già lavorato con Modiface, per lo sviluppo di un’applicazione con cui è possibile provare diverse acconciature e tinte per i capelli semplicemente scattandosi un selfie.

L'Oreal

Modiface, ora che i suoi 70 sviluppatori e ingegneri stanno per entrare a far parte del colosso di Parigi L’Oreal, adempirà ai suoi contratti esistenti con altre società, incominciando però a concentrare la creazione di esperienze digitali con la realtà aumentata per i 30 marchi di L’Oreal.