Il nuovo iPod touch smontato ed esaminato da iFixit

L'ultimo iPod touch è difficile da aprire e smontare, praticamente quasi impossibile da riparare. Il team di iFixit ha vivisezionato il nuovo iPod touch: all'interno mostra le ultime soluzioni Apple per creare dispositivi sempre più piccoli e sottili: fino a 7 componenti saldati su di un solo cavo piatto.

L’iPod touch di ultima generazione integra una batteria leggermente più capiente delle versioni precedenti e negli ingombri risulta molto simile all’iPhone 5. Secondo l’esame accurato di iFixit il nuovo iPod touch è difficilissimo da aprire e smontare, inoltre risulta praticamente quasi impossibile da riparare.

Il doppio guscio sottilissimo è tenuto insieme da numerose clip e da adesivo: per aprire lo chassis i tecnici hanno dovuto utilizzare una pistola di calore. Una volta aperto il telaio è possibile osservare gli ultimi ritrovati della Mela che permettono di costruire dispositivi sempre più sottili e compatti.

Un solo cavo piatto infatti collega e ospita saldati su di esso ben 7 componenti: scheda madre, batteria, camera frontale, altoparlante, jack audio, connettore lightning e pulsante home. All’interno è presente poi un secondo cavo piatto che ospita i tasti volume, accessione, flash LED e microfono posteriore. Questa integrazione spinta al massimo permette ad Apple e ai propri partner di ridurre il costo dell’assemblaggio, ma rende costose o quasi impossibili le riparazioni.

La batteria del nuovo iPod touch ha una capacità di 1.030 mAh leggermente superiore ai 930 mAh dell’iPod della generazione precedente. Il pulsante home a membrana direttamente integrato su una delle due piattine, sembra meno solido e robusto di quello finora impiegato da Apple. Per osservare lo smontaggio completo del nuovo iPod touch è possibile partire da questa pagina di iFixit.
ipod touch quinta generazione smontato iFixitipod touch quinta generazione smontato iFixit