La mostra Revolution, Musica e Ribelli 1966-1970 è hi-tech con Sennheiser

Una nuova dimensione audio con Sennheiser alla mostra “Revolution, Musica e Ribelli 1966-1970”. Già esposta al Victoria and Albert Museum nel 2016, è stata inaugurata ieri a Milano alla Fabbrica del Vapore.

Revolution, Musica e Ribelli 1966-1970
[banner]…[/banner]

Sennheiser, brand leader nel settore audio, collabora con il Victoria and Albert Museum ed è partner tecnico della mostra “Revolution, Musica e Ribelli 1966-1970. Dai Beatles a Woodstock”, inaugurata ieri alla Fabbrica del Vapore di Milano e visitabile fino al 4 aprile 2018.

La mostra, “Revolution, Musica e Ribelli 1966-1970. Dai Beatles a Woodstock”, curata da Geoffrey Marsh e Victoria Broackes, è un vero e proprio viaggio che riporta il visitatore alla fine degli anni Sessanta attraverso centinaia di pezzi dalle vaste collezioni del Museo Victoria and Albert in una selezione eccezionale che spazia dal design, alla musica, alla filmografia, alla moda, ai prodotti, alla fotografia, fino ad arrivare a manifesti e libri. Oltre all’allestimento espositivo, firmato da Nissen Richards Studio, al contenuto video del Fray Studio e il Sound Design di Carolyn Downing, la mostra vanta una collaborazione con Sennheiser.

Grazie alla tecnologia di ultima generazione AMBEO 3D, Sennheiser farà vivere ai visitatori un’incredibile sound experience, consentendo loro di immergersi nella musica e nello spirito di quegli anni indimenticabili, e con il sistema di audioguide guidePORT li accompagnerà alla scoperta del percorso espositivo.

Il ruolo chiave dell’allestimento sonoro

Victoria Broackes, co-curatrice della mostra, ha sottolineato il ruolo chiave dell’allestimento sonoro: “La musica che accompagnerà la mostra ne rappresenta l’essenza e il cuore e sarà essa stessa un oggetto d’arte. Siamo onorati di questa rinnovata collaborazione con Sennheiser: la loro esperienza nell’audio 3D immersivo amplificherà ancora di più la sound experience.” Daniel Sennheiser, Amministratore Delegato di Sennheiser, afferma “Siamo davvero entusiasti di essere nuovamente al fianco del Victoria and Albert Museum per questo favoloso progetto. V&A ha una capacità unica nel riuscire a mettere in mostra i momenti di profondo cambiamento della nostra storia recente. La qualità artistica della mostra e la spettacolarità di quanto esposto, unite all’esperienza di suono innovativa, data dalla tecnologia audio di Sennheiser AMBEO 3D, creeranno una vera e propria esperienza immersiva.”

La macchina del tempo: l’installazione AMBEO per un’incredibile esperienza immersiva

Il team Sennheiser ha predisposto due installazioni AMBEO 3D per creare il paesaggio sonoro che accompagna l’esposizione. La prima installazione immergerà i visitatori nel clima politico dell’epoca, rievocando suoni e rumori delle lotte contro la censura e le istituzioni della fine degli anni Sessanta, mentre la seconda ricreerà l’atmosfera di un vero e proprio concerto live, mixando i materiali audio del periodo.

Alla scoperta del percorso espositivo: l’audio guida guidePORT

I visitatori saranno accompagnati attraverso la mostra dal sistema di audioguida Sennheiser guidePORT, unico nella sua capacità di offrire centinaia di ricevitori stereo personali, attivati simultaneamente in maniera automatica. GuidePORT è in grado di trasmettere l’audio in tempo reale con sincronizzazione labiale per immergere completamente i visitatori nelle immagini e nei suoni della fine degli anni ’60. Il sistema predisposto per la mostra “Revolution” è composto da 750 unità riceventi dotate di cuffie di alta qualità, oltre a diverse unità di trasmissione e trigger non visibili.

La mostra, nello spazio meneghino, la Fabbrica del Vapore, era già stata presentata a Londra con il titolo “You Say You Want a Revolution? – Records and Rebels 1966-1970” nel dicembre del 2016 al Victoria and Albert Museum.

A questo link tutte le informazioni sugli orari di ingresso e i costi dei biglietti.