fbpx
Home Macity Hardware Apple Recensione MacBook Pro Retina 13 metà 2014: lo speed bump vale la...

Recensione MacBook Pro Retina 13 metà 2014: lo speed bump vale la spesa?

È sempre il migliore della sua categoria, ma la concorrenza – anche interna – si sta avvicinando. Macity ha ricevuto un esemplare di MacBook Pro Retina con schermo da 13 pollici, processore Intel Core i5 Haswell da 2,6 GHz, 128 Gigabyte di memoria SSD, 8 GB di memoria RAM, scheda video integrata Intel Iris 5100 e schermo Retina da 227 ppi (2560×1600 pixel). Abbiamo avuto un paio di settimane per testarlo come macchina di utilizzo quotidiano, sperimentando capacità grafiche, autonomia, la potenza di calcolo in generale e l’usabilità. Un esercizio fatto on the road e basato sulle sfumature, perché la versione mid 2014 del computer non ha alcuna novità hardware visibile né alcuna nuova funzionalità. Il sistema operativo utilizzato per la prova è stato OS X 10.9 Mavericks.

La configurazione base
Ognuno è libero, all’interno dei vincoli delle specifiche ammissibili da Apple, di scegliere la configurazione che preferisce per il suo MacBook. Quindi, quel che c’è da dire riguardo alla configurazione della macchina usata per la prova – e rispedita ad Apple dopo due settimane – è ormai 128 GB di memoria SSD sono davvero pochi, ne servono almeno 256 per essere “comodi” nel sistema. Invece, la possibilità di utilizzare 8 GB di memoria Ram per la versione base (il massimo per questa macchina sono 16 Gb, secondo le specifiche di Apple) è sicuramente un’ottima cosa che aumenta la flessibilità degli utilizzi.

Chiarito questo punto, vediamo l’utilizzo di questo nuovo computer che è in realtà poco più di un aggiornamento e speed bump rispetto al modello precedente, lanciato a fine 2013, basato sulla stessa scheda video integrata Iris 5100, stesso schermo retina da 227 ppi, stesso tipo di memoria RAM (ma in versione base solo 4 GB) ma processore leggermente più lento (nominalmente) Intel Core i5 Haswell da 2,4 GHz. La differenza è minimale, fondamentalmente le due macchine si comportano nello stesso modo a parità di storage, memoria e sistema operativo, e la resa si può apprezzare semplicemente partendo da un modello molto precedente (diciamo un MacBook Pro retina 13 della generazione precedente, di fine 2012.

MacBook Pro Retina 13 700 icon 700

Offerte Speciali

Su Amazon tornano gli Airpods e sono ancora apprezzo minimo: 138,99€

Airpods 2 ad un prezzo “cinese”: 110,69 euro. È il più basso di sempre!

Su Amazon gli AirPods 2 scendono al minimo storico: solo 110,69 euro, il prezzo di discrete cuffiette cinesi
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,706FansMi piace
93,892FollowerSegui