Microsoft abbandona Edge: passerà ad un browser basato su Chromium

Addio al browser Edge di Microsoft. La Casa di Redmond avrebbe deciso di passare armi e bagagli a Chromium, il "motore" alla base di Google Chrome.

EDGE

Microsoft ha intenzione di abbandonare il browser Edge di serie con Windows 10, software che era stato progettato nel 2015 partendo da un novo “motore” di rendering noto come EdgeHTML che avrebbe dovuto consentire di creare un browser veloce, leggero e sicuro ma che con il passare del tempo ha mostrato varie debolezze, non è riuscito a stuzzicare l’interesse degli utenti per via di instabilità e mancanza di una visione condivisa dal pubblico e dagli sviluppatori web.

A riferire tutto questo è il sito WindowsCentral secondo il quale Microsoft vuole gettare a spugna con EdgeHTML e creare un browser che sfrutti Chromium, il “motore” di rendering noto per essere usato dal browser Chrome di Google.

Nome in codice “Anaheim”, il nuovo browser di Microsoft per Windows 10 dovrebbe prendere il posto di Edge come browser di default. Non è al momento chiaro se il brand Edge verrà ancora sfruttato o sarà sfruttato un nome del tutto nuovo ma l’idea è in ogni caso di abbandonare completamente EdgeHTML.

Edge

Poiché sfrutta il “motore” di Chromium, qualunque sito visibile correttamente con Google Chrome lo sarà anche con il futuro browser di Microsoft, e sviluppatori e utenti non dovranno preoccuparsi di lentezza e instabilità. Ingegneri della casa di Redmond hanno già da tempo mostrato il loro impegno con contributi al codice del progetto Chromium, altro elemento che lasciava intuire il possibile uso in progetti proprietari.

“Anaheim” potrebbe arrivare con la build per sviluppatori 19H1 di Windows 10, versione che gli “Insiders” iscritti al canale “Fast” hanno già ricevuto. Microsoft avrà finalmente un browser in grado di competere in quanto a funzioni e stabilità con Chrome, Opera e Firefox, e quanti usano l’ecosistema Microsoft avranno finalmente un browser che consenta di navigare sul web con funzionalità alla stregua di quelle offerte dai concorrenti.

Tra le ultime mosse della Casa di Redmond per “rinvigorire” Edge, il rilascio di una versione anche per iOS.