fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Microsoft critica le regole Apple di App Store presso l’antitrust USA

Microsoft critica le regole Apple di App Store presso l’antitrust USA

Microsoft solleva critiche e perplessità sulle regole che Apple impone su App Store e sugli sviluppatori che vogliono distribuire i propri software attraverso il negozio digitale di Cupertino. Non è la prima volta che Brad Smith, responsabile legale e Presidente di Microsoft prende di mira in generale gli app store e in particolare Apple App Store.

Ricordiamo che lunedì 27 luglio si terrà una audizione dell’antitrust USA a cui parteciperanno Tim Cook è i più importanti CEO hi-tech, inclusi Mark Zuckerberg di Facebook, Sundai Pichai di Alphabet – Google e anche Jeff Bezos di Amazon. Una audizione presso la sottocommissione antitrust della magistratura USA che dal 2019 sta indagando sulla concorrenza dei mercati digitali. Prima di questo appuntamento le autorità hanno raccolto il parere di Microsoft sull’argomento, realizzando una videoconferenza con il Presidente di Microsoft.

Brad Smith
Brad Smith, responsabile legale e Presidente Microsoft

Durante l’intervista il Presidente Microsoft ha sollevato tre critiche principali sulle regole Apple per App Store: l’arbitrarietà del processo di approvazione delle app, la quota dei ricavi trattenuti da Apple per ogni transazione con percentuali che variano dal 15% al 30%, infine l’obbligo per gli sviluppatori di utilizzare il sistema di pagamenti in-app di Cupertino.

I dettagli della videoconferenza sono indicati da The Information e ricalcano esattamente gli stessi punti già sollevati dal Presidente di Microsoft durante una sua intervista di giugno, in cui si augurava un intervento degli antitrust, USA ed europei, sui mercati digitali dei software.
microsoft apple app store«A prescindere che si parli di Washington o Bruxelles – ha dichiarato Smith il mese scorso – È arrivato il momento di una discussione mirata sulla natura degli app store, delle regole messe in atto, sui prezzi, sull’ammontare dei pedaggi, se vi è davvero una giustificazione nel diritto antitrust per tutto ciò che è stato creato».

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Microsoft sono disponibili a partire da questa pagina. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Apple, Finanza e Mercato sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

Su Amazon tornano gli Airpods e sono ancora apprezzo minimo: 138,99€

Airpods 2 ad un prezzo “cinese”: 110,69 euro. È il più basso di sempre!

Su Amazon gli AirPods 2 scendono al minimo storico: solo 110,69 euro, il prezzo di discrete cuffiette cinesi
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,706FansMi piace
93,892FollowerSegui