Microsoft sperimenta nuovi strumenti per la Realtà Virtuale e Aumentata

0

[banner]…[/banner]

Il Research group di Microsoft ha mostrato nuovi controller dedicati alla Realtà Aumentata e alla Realtà Virtuale. Si tratta al momento di strumenti sperimentali ma sono ad ogni modo interessanti per le potenzialità in grado di offrire.

Il primo controller si chiama “The Claw” ed è un dispositivo che offre all’utente la sensazione di prendere realmente con le mani oggetti virtuali grazie al feedback aptico, in altre parole in grado di far sentire all’utente la morbidezza o consistenza di un oggetto. Microsoft spiega che il sistema è in grado di tenere conto delle differenze nell’impugnatura dell’utente e il “contesto situazionale della scena virtuale”. In pratica, secondo come si impugna, il dispositivo offre sensazioni e resistenza tale da impedire di “sfondare” l’oggetto virtuale con le mani, ricreando – grazie anche a piccole vibrazioni – la tessitura di un oggetto. Il tutto è possibile grazie ad un braccio robotizzato connesso a un controller da indossare sulle dita e un elettromagnete che genera vibrazioni.

“Haptic Links” è un controller che si tiene con due mani e simula esperienze che è possibile fare con le due estremità delle braccia. Può simulare operazioni quali ad esempio il trasporto di scatole o l’uso di un trapano, fino ad attività più complesse quali suonare un trombone o le maracas. Il dispositivo, spiega ancora Microsoft, “altera dinamicamente le forze percepite dalle mani dell’utente” consentendo l’interazione con vari oggetti. Il team della Casa di Redmond ha creato tre diverse versioni del tool, in grado di controllare trazione e grado di libertà, ognuna delle quali si presta a diversi tipi di simulazioni.

L’ultimo dispositivo mostrato si chiama “Canetroller” e simula il bastone per non vedenti. È in grado di generare vibrazioni e suoni quando il bastone è battuto contro il pavimento virtuale, consentendo anche a ciechi esperienze di Realtà Virtuale.