Home Macity Curiosità Non fate volare il drone sopra impianti petroliferi

Non fate volare il drone sopra impianti petroliferi

Chi pilota un drone al di sopra di un impianto petrolifero rischia la prigione. Fino a 180 giorni, in base a quanto stabilito dal disegno di legge proposto negli scorsi giorni dalla Camera e dal Senato degli Stati Uniti d’America, una mossa che tende a perfezionare la regolamentazione di un dispositivo che ha di fatto trovato ampio mercato prima ancora di riuscire a stabilire come e quando utilizzarlo in sicurezza.

Ci sono già aree “no-fly” dove il rischio manette è dietro l’angolo, come ad esempio aeroporti e strutture governative, ma nel momento in cui la proposta diventerà legge a questi si aggiungeranno diverse «Infrastrutture critiche», tra cui impianti petroliferi ma anche centrali elettriche, dighe e raffinerie. In base a quanto stabilisce il disegno di legge sorvolare una di queste aree con un drone a meno di 400 piedi di altezza (circa 120 metri) equivale a commettere un reato di classe B che potrebbe sfociare, come anticipato, in una detenzione che può protrarsi anche per sei mesi.

La versione della legge proposta dalla Camera, approvata il mese scorso, è leggermente diversa da quella del Senato, quindi prima dell’approvazione e della conseguente entrata in vigore sarà necessario far collimare entrambi i testi.

drone impianti petroliferi

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,809FollowerSegui