I non udenti torneranno a sentire con la lingua e il Bluetooth

Una Università USA sta sviluppando un dispositivo che permetterà alle persone non udenti di "sentire con la lingua" con l'aiuto di un microfono e del Bluetooth: ecco come funziona

Un team di ricercatori della Colorado State University sta lavorando su un dispositivo che permetterà ai non udenti di ‘sentire con la lingua’ semplicemente toccando con la loro lingua un piccolo dispositivo Bluetooth.

Ad oggi vengono usati impianti cocleari che captano il suono dall’esterno del corpo, lo convertono in un segnale elettrico e lo trasmettono direttamente al nervo uditivo. Anche il nuovo sistema per la lingua funziona in modo simile, prendendo l’audio da un microfono auricolare e inviandolo al “boccaglio” tramite Bluetooth, ma trasmettendo poi il segnale ai molti nervi sensibili presenti nella lingua. Il professor John Williams e lo studente JJ Moritz hanno depositato un brevetto provvisorio del dispositivo e hanno lanciato una start-up per portarlo sul mercato.

“E ‘molto più semplice di un intervento chirurgico e pensiamo che sarà molto meno costoso di impianti cocleari – ha dichiarato Williams – Quello che stiamo cercando di fare è un’altra forma di sostituzione sensoriale. Gli impianti cocleari sono molto efficaci e hanno trasformato molte vite, ma non sono accessibili a tutti. Pensiamo che il nostro dispositivo sarà altrettanto efficace, ma funzionerà per molte più persone e costerà meno”.

Il prototipo attuale è un dispositivo abbastanza ingombrante, ma i ricercatori credono che alla fine sarà costruita una piccola unità che potrà essere indossata in modo invisibile in bocca. Alle persone non resterà che fare pratica per interpretare i segnali inviati alla lingua come suoni. Qui di seguito il video di presentazione del progetto.

sentire con la lingua-2