Da oggi su App Store arrivano i preordini delle app

Apple dà il via ai preordini della applicazioni su App Store. Era già successo solo per Super Mario Run, ma ora Cupertino lo rende possibile per qualsiasi sviluppatore. Ecco come funziona

[banner]…[/banner]

Apple ha annunciato che da oggi gli sviluppatori hanno la possibilità di offrire i preordini delle app tramite App Store. L’annuncio arriva direttamente dal blog iTunes Connect, e pone così fine alle “discriminazioni”.

Già, perché in effetti in passato c’è chi ha avuto la possibilità di inserire in catalogo l’app in preordine, come accaduto con Ninentedo per Super Mario Run. Una procedura unica speciale offerta a Nintendo già nel dicmebre del 2016 per il debutto del suo personaggio più famoso su smartphone e tablet Apple. Da oggi, invece, tale possibilità viene estesa a tutti gli sviluppatori, che potranno inserire in App Store un’app non ancora rilasciata, ma che dovrà essere disponibile per il download entro al massimo 90 giorni.

preordini delle app

Per proporre i preordini delle app è sufficiente, dalla home page di iTunes Connect, fare clic su Le mie app, selezionare Prezzi e disponibilità nella colonna di sinistra. Qui si può utilizzare la nuova sezione Preordini. Gli sviluppatori, per tutte le app non ancora rilasciate, potranno scegliere una data per il rilascio, che verrà impostata non appena si clicca sulla voce “Salva”. L’applicativo dovrà avere una data di rilascio compresa tra un minimo di due giorni, e un massimo di novanta. A questo punto, scelta la data, sarà possibile inviare l’app ad Apple per la consueta attività di revisione.

Una volta che l’app viene approvata, sarà possibile renderla disponibile per il preordine, tornando nella sezione Prezzi e disponibilità, confermando la data di rilascio dell’app, cliccando infine su Rilascia come preordine nell’angolo in alto a destra. E’ difficile capire cosa potrebbe spingere gli sviluppatori a valutare tale scelta, ma un preordine potrebbe aiutare a valutare l’interesse suscitato dall’app stessa, così da poterne meglio gestire il rilascio da parte del developer.

Oltre ai preordini, Apple ha lanciato anche nuove funzionalità per le app. La più importante riguarda l’introduzione di abbonamenti auto-rinnovabili per alcuni applicativi che offrono contenuti dietro pagamento di un canone mensile.