Recensione altoparlante EasyAcc 20W: elegante, raffinato, compatto

Elegante, compatto e dalle buone prestazioni: ecco la recensione del nuovo altoparlante bluetooth EasyAcc da 20 W.

dav

Sono davvero tante le periferiche audio bluetooth disponibili in rete, e spesso scegliere l’una o l’altra è impresa non da poco. Molto simili tra loro, anche dal punto di vista della qualità audio, a far pendere l’ago della bilancia per l’uno o l’altro esemplare potrebbe essere la qualità costruttiva e il design. Questi altoparlanti portatili, infatti, sono spesso considerati complemento d’arredo, in grado di abbellire il proprio angolo tecnologico. L’altoparlante in prova EasyAcc da 20W, dal punto di vista estetico non teme davvero rivali. Le dimensioni sono particolarmente contenute, pari a 20 x 6 x 6,4 cm: un buon compromesso, che rende la periferica portatile, senza però rinunciare alla potenza dei 20W.

All’apertura della confezione in cartone, standard per il contenuto che presenta soltanto un cavo microUSB per la ricarica e un piccolo manuale, la cassa rende subito una sensazione di robustezza. E’ ben costruita, e pesa circa 650 grammi. Solida all’apparenza, al tatto non manifesta alcuno scricchiolio, e anche i materiali utilizzati restituiscono una piacevole sensazione quando la si prende in mano. La parte superiore è realizzata in plastica satinata, che restituisce quasi l’effetto di un finto legno. E’ proprio in questa parte che è incastonata la pulsantiera di controllo, per mettere in pausa/riproduzione la musica, aumentare/abbassare il volume, passare alla traccia successiva/precedente e rispondere alle chiamate in entrata su smartphone.

altoparlante EasyAcc

Sui quattro lati, invece, è presente la ghiera, che in prima battuta farebbe pensare ad altoparlanti predisposti su tutti i lati. Non è così, dato che il suono fuoriesce solo, e soltanto, dalla parte frontale. Ad ogni modo, il design di questo altoparlante EasyAcc è davvero ricercato, quasi non ce lo si aspetterebbe da un periferica low cost, di questa fascia di prezzo. Posizionato in qualsiasi angolo della casa, su di una scrivania, non sfigura e si fa notare. Un po’ scomodo da raggiungere, probabilmente per la minuscola dimensione, il pulsantino di accensione, posizionato sulla parte posteriore, accanto alla presa per la ricarica e all’ingresso AUX. Anche in questo caso, però, le dimensioni ridotte dei pulsanti, contribuiscono al design dell’altoparlante, davvero impeccabile.

Come suona

Al di là dell’aspetto esteriore, comunque, caratteristica imprescindibile per una periferica del genere è la qualità audio. La periferica EasyAcc offre soddisfazioni anche da questo punto di vista, pur ricordando che si tratta di un altoparlante di fascia medio bassa. Il volume non è particolarmente alto se lo si confronta anche con altoparlanti da 10W, ma il suono è pulito, senza distorsioni e profondo in molte situazioni. I bassi sono presenti, ben calibrati, non particolarmente importanti, ma apprezzabili. Le nostre prove, sia durante la riproduzione di video da YouTube, sia durante l’ascolto su Spotify hanno restituito buoni risultati.

Il suono è corposo e profondo, senza fruscii, e quale che sia il genere musicale risulta davvero apprezzabile. La voce dei cantanti è sempre limpida, e riesce ad emergere rispetto alla strumentazione di sottofondo. Insomma, a differenza di altre casse low cost, il suono non risulta per nulla ovattato, sempre fedele e pulito. Perde un po’ in conversazione, dove la voce dell’interlocutore risulta meno cristallina rispetto alla riproduzione musicale, ma anche il viva voce funziona bene, anche grazie al tasto di risposta dedicato, che rende semplice l’avvio di una conversazione.

L’autonomia è sopra la media e grazie ai 4000 mAh di cui è dotata la batteria integrata, è facile avvicinarsi realisticamente alle 10 ore di riproduzione, anche se con volumi non al massimo. Sempre puntuale e immediato l’abbinamento con i dispositivi esterni, come smartphone e tablet, per via del bluetooth 4.0. Anche il Mac riconosce immediatamente l’altoparlante e si connette a quest’ultimo in pochi istanti.

Conclusioni

Un altoparlante elegante, che esteticamente non ha nulla da invidiare ad altre periferiche premium. La qualità audio è assolutamente in linea con il prezzo, con un volume non particolarmente alto, ma sempre pulito e fedele. Ottima l’autonomia e la funzione di vivavoce, grazie al microfono integrato, che rende EasyAcc un valido alleato sulla scrivania, in ufficio o anche in casa, da abbinare anche ad un Mac.

Costa 45,99 euro su Amazon e si acquista direttamente da qui.

PRO

  • Esteticamente una delle più raffinate
  • Buona qualità audio
  • Autonomia

Contro

  • Tasto accensione difficile da raggiungere