fbpx
Home Hi-Tech Android World Recensione Andoer Panorama 360, la camera compatta a 360 gradi

Recensione Andoer Panorama 360, la camera compatta a 360 gradi

Macitynet testa la camera Andoer Panorama 360, dalle dimensioni compatte, che grazie ad una singola lente sferica è in grado di catturare il mondo circostante, per video a 360 gradi sul piano, da visualizzare anche tramite un visore VR, oppure per creare tiny planet sferici e trasformare le città in una bolla. Su Amazon viene proposta a 114,99 euro.

La camera Andoer ha dimensioni davvero compatte, non più grandi di una comune action cam, anche se il form factor è leggermente diverso, avendo un’obiettivo posto sulla parte alta e non su quella frontale.

Pesa poco più di 60 grammi, con dimensioni di 5x4x2 cm, con un piccolo display in bianco e nero da 0.96 che serve soltanto per modificare qualche impostazioni del video o per prendere visione del numero di foto o dei minuti di video rimanenti, che variano ovviamente a seconda della MicroSD utilizzata, non inclusa nella confezione di vendita. I

l bundle disponibile su Amazon, però, è particolarmente ricco, e oltre alla camera sono presenti diversi supporti per utilizzarla nelle occasioni più disparate, anche grazie all’adesivo 3M che può risultare particolarmente utile per fissare la periferica su caschi, manubri di moto o sui cruscotti delle auto. E’ presente anche una piccola custodia in silicone, dotata di svariate ventose, per poter attaccare la camera alle superfici più disparate.

andoer vr 3608

A livello tecnico, la camera presenta una lente Fisheye con angolo di visuale di 220°, in grado di catturare foto e video panoramiche, grazie ad un sensore CMOS da 8MP. Quanto alla risoluzione fotografica, Andoer VR, in realtà una AMKOV AMK100S rimarcata, permette scatti a 3840 x 2160, 3072 x 1728 e 2560 x 1440, mentre la risoluzione dei video è pari a 1920 x 1440p a 30fps o 1440 x 1080P sempre a 30fps.

In funzione

Il funzionamento è davvero semplice, e la camera può essere utilizzata sia stand alone, che abbinata ad un dispositivo iOS o Android, che fungerà da display esterno in collegamento WiFi con la telecamera.

Sulla parte laterale, tre i pulsanti azioni della camera: accensione/spegnimento, che permette di accedere anche al menù di bordo, il pulsate per attivare/disattivare il WiFi e il pulsante di scatto, che serve anche per avviare la registrazione o la ripresa in modalità auto.

Basta premere il pulsante di registrazione o di scatto per salvare i file video o le immagini sulla MicroSD inserita. Le modalità di ripresa, ossia VR, Split-screen, Emisfero, mattonelle orizzontali e flip up-down, possono essere attivate a piacimento, anche dopo l’avvenuta registrazione. Questo vuol dire che un unico file video, o un’unica foto, possono essere visualizzati in modi diversi.

La funzione VR permette di splittare l’immagine verticalmente, così da poter essere visualizzata in un comune visore con l’ausilio di un iPhone o uno smartphone Android, mentre la funzione Emisfero consente di trasformare la realtà circostante in un tiny planet, ossia in un piccolo pianeta rotondo.

Con le mattonelle orizzontali è possibile apprezzare un video flat, senza effetto fish-eye, che si può scorrere a destra e a sinistra.

La funzione di scatto/ripresa più interessante è certamente quella a 360 gradi, che permette di guardare cosa accade intorno all’occhio della fotocamera spazzando a 360 gradi sul piano orizzontale (o su quello verticale a seconda dell’orientamento). In ogni caso, tutte queste modalità, come già precedentemente accennato, possono modificarsi a piacimento anche dopo che il video è stato completato: non occorre decidere a priori con quale modalità registrare il filmato.

andoer vr 36013

L’utilizzo del WiFi permette di vedere in tempo reale su smartphone o tablet ciò che riprende l’obiettivo. E’ una feature interessante, anche se il funzionamento non è dei migliori.

Il segnale Wifi è sempre molto debole, e anche quando smartphone e camera sono attaccati i lag sono piuttosto evidenti: pensare di posizionare la camera su un drone per vedere le immagini in tempo reale sul display di smartphone o tablet è impensabile. L’applicazione aiuta allora solo nella gestione dei video e delle foto salvate, oltre a consentire di visualizzare immediatamente i video e le foto a 360 gradi, cosa che un comune player video non riuscirebbe a fare.

andoer vr 3603

La qualità degli scatti, soprattutto quelli stile tiny planet è buona: la creazione di foto semisferiche sferiche è davvero immediata e di semplice utilizzo, mentre per ottenere lo stesso effetto con una camera tradizionale occorre utilizzare software complicati e costosi.

Di seguito alcuni esempi scattati con la camera Andoer VR 360, senza l’applicazione di filtri e senza ulteriori modifiche.

20160720_151001

Quanto alla qualità del filmato, è possibile apprezzare le registrazioni sia in modalità tiny planet, sia in modalità 360 gradi. Di seguito alcuni esempi ottenuti con la camera in questione. La qualità è più che accettabile, soprattutto in considerazione del basso costo della periferica, non certamente paragonabile a quello di camere professionali,  sia della tecnologia ancora giovane.

L’effetto migliore si ottiene, naturalmente, con la possibilità di muovere il filmato a proprio piacimento, anche se ancora questo genere di video sembra piuttosto acerbo. Anzitutto, per visualizzarlo a 360 gradi su PC o Mac è necessario un player apposito, mentre guardarlo a 360 gradi su una moderna smart TV risulta operazione impossibile.

Per poter apprezzare al meglio i video, una soluzione piuttosto semplice e immediata sembra quella di utilizzare YouTube, in accoppiata con il browser Chrome, anche se il processo per caricare il filmato e farlo riconoscere come video a 360 gradi richiede software terze parti, con l’estrazione di metadati e la ricostruzione del filmato con le istruzioni apposite per la piattaforma video.

L’applicazione, intitolata Symax360, disponibile gratis per iOS e Android, come già anticipato, più che servire per sfruttare il WiFi, serve soltanto per sapere cosa si sta inquadrando prima di scattare, o per visionare filmati e foto a 360 che altrimenti richiederebbero player particolari. L’utilizzo è tutto sommato semplice e intuitivo, ma la grafica dell’applicativo non è aggiornato né ai canoni del material design su Android, né a quelli imposti da Apple con iOS 8 e seguenti.

Qualche perplessità c’è anche sulla batteria, che con WiFi attivo dura davvero molto poco, nell’ordine dei 30 minuti circa, mentre arriva a 40  minuti circa senza utilizzare smartphone o tablet in wireless per la visione delle immagini su display esterni.

Conclusioni

La camera Andoer VR 360 fa il suo lavoro e, considerando un prezzo di vendita relavitamente basso per il genere di appartenenza, risulta un acquisto consigliato per girare filmati originali e diversi dal solito. , per un utilizzo più semplice, e per visualizzare filmati in qualsiasi piattaforma disponibile,  è consigliabile un’action cam più tradizionale, dato che il formato a 360 gradi risulta ancora poco godibile, essendo la visione limitata su player dedicati o su YouTube, dove però è necessario un pizzico di tecnica per poter caricare i video con le giuste impostazioni.

Non sostituisce i modelli con visione sferica “totale” visto dispone di un solo obiettivo e non è in grado di catturare contemporaneamente due semisfere e unirle.

Costa 119,99 euro su Amazon e si acquista direttamente da qui.

PRO

  • Video a 360 gradi
  • compatta e leggera
  • facile da utilizzare

CONTRO

  • Filmati godibili solo su player ad hoc
  • WiFi

Offerte Speciali

iPad ricondizionati, scontati e in pronta consegna su Amazon

iPad ricondizionati, scontati e in pronta consegna su Amazon

Su Amazon trovate iPad ricondizionati, in condizioni pari al nuovo e garantiti un anno. In più sono in pronta consegna.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,342FansMi piace
94,920FollowerSegui