fbpx
Home iOS Recensione Bose SoundLink Air, suono potente e bassi che ''pompano''

Recensione Bose SoundLink Air, suono potente e bassi che ”pompano”

Airplay, la tecnologia di streaming video e audio proprietaria di Apple, a distanza di più di due anni dall’annuncio non è ancora largamente diffusa tra le terze parti ma quando si trova qualche dispositivo compatibile con questo sistema di solito si è di fronte ad accessori di fascia elevata. È il caso del SoundLink Air di Bose ( in vendita sul negozio Bose di Amazon oppure sul sito Bose e su AppleStore), una cassa di amplificazione studiata appositamente per il mondo dei dispositivi Apple e che promette alta fedeltà. Macitynet ha testato il prodotto dell’azienda americana a distanza di poche settimane dal suo lancio, avvenuto poco prima di Natale

IL DESIGN
Il SoundLink Air ha un profilo famigliare, molto simile a quello degli altri prodotti della serie SoundDock e in particolare al SoundDock serie II di cui ricalca molto da vicino dimensioni e peso. Si differenzia da quest’ultimo per il colore (è completamente nero) e per la mancanza della basetta per l’alloggiamento dell’iPhone. SoundLink Air è compatto ed è realizzato con materiali di ottima qualità (anche se la plastica lucida nera tende a trattenere le impronte digitali) con assemblaggio impeccabile e finiture di alto livello. L’impressione è quella di un prodotto solido che punta alla sostanza, una idea rafforzata dal design sobrio e lineare. Il SoundLink Air è una sorta di monolite, quasi del tutto privo di tasti; abbiamo solo quelli per la regolazione del volume, che si scorgono appena su un lato, e il tasto di reset della rete Wi-Fi che si trova sulla base di appoggio. Abbiamo poi due spie che se spente sono del tutto invisibili. Completano il sistema due plug: uno per l’alimentazione e uno per collegare un dispositivo esterno connesso in analogico per via del classico jack da 3,5mm. Nella confezione troveremo anche un alimentatore (stupefacente per le gigantesche dimensioni) che serve anche da avvolgiamo, un telecomando e un cavo USB che serve per predisporre il SoundLink Air al funzionamento.

LA TECNOLOGIA
Il SounLink Air usa la tecnologia Airplay. Si tratta di un protocollo proprietario di Apple disponibile unicamente nei suoi dispositivi mobili e Apple TV e supportato anche da iTunes (anche per Windows) che manda su rete Wi-Fi video e musica. La qualità, dice Apple, è superiore a quella che si riesce ad avere con Bluetooth e in aggiunta a questo permette di spostare gli accessori ovunque ci sia il Wi-Fi, quindi su un’area più vasta di quella che sarebbe raggiungibile da un dispositivo Bluetooth. L’accessorio internamente è basato sulla tecnologia a guida d’onda, un peculiare sistema brevettato da Bose, ispirato al funzionamento degli strumenti a fiato, che forza il suono a percorrere una sorta di cunicolo tortuoso che migliora la nitidezza e aumenta la profondità del suono, riducendo la distorsione anche a volumi elevati, senza costringere a ricorrere a speaker di grandi dimensioni. All’interno del SoundLink non c’è una batteria che sarebbe stata utilissima, ma abbiamo un connettore che ne permette l’installazione. La batteria viene però venduta a parte ad un costo non propriamente popolare (100 euro); un peccato visto che il prodotto Bose è sufficientemente piccolo per essere portato ovunque tanto da essere dotato di una maniglia integrata.

STARTUP
Per avviare il SoaundLink Air si deve collegare il sistema audio alla rete Wi-Fi (in assenza della quale l’unico sistema per sentirlo suonare sarà il collegamento via connessione analogica) e alla rete elettrica, a meno che non abbiate la batteria di cui sopra. L’alimentatore incluso nella confezione, come accennato, ha proporzioni inusuali, mai viste in un prodotto di questo tipo. È tanto grande da rendere probabilmente difficile la sua installazione in alcune situazioni; ad esempio potremmo essere costretti ad eliminare da una presa multipla le prese di altri accessori. Il cavo elettrico è comunque piuttosto lungo (2,5 metri). Quando avremo dato corrente al SoundLink quel che dovremo fare è scaricare sul computer un’applicazione Bose che servirà per agganciare il dispositivo alla rete Wifi; poi  basterà collegare con il cavo USB il SoundLink al Mac, lanciare l’applicazione e seguire le istruzioni. Il dispositivo ci avvertirà di di essere agganciato alla rete con un suono e il cambiamento della luce della spia. Questo sistema è sicuramente il più rapido ed efficiente e richiede solo pochissimi minuti per avere la musica in casa, ma nell’improbabile caso non abbiate un Mac o un PC per svolgere questa funzione, sarà possibile usare anche un iPhone, un iPod touch o un iPad utilizzando il browser; nulla di complicatissimo e impossibile, ma certamente meno comodo dell’applicazione Bose (se non altro perchè dovrete scaricare il manuale dal sito di Bose per sapere come fare). Una volta agganciato alla rete Wi-Fi, il SoundLink Air apparirà nella lista dei dispositivi wireless e basterà selezionarlo per trasferire la musica ad esso.

COME FUNZIONA
Il SoundLink Air, come accennato, ha solo due tasti (escluso quello di reset): audio su e audio giù. Manca persino quello di accensione e spegnimento. Per questo dovremo usare il telecomando incluso per controllare il dispositivo. Potremo cambiare traccia, regolare il volume, mettere in pausa la traccia, attivare il mute, passare all’ingresso AUX e spegnerlo. L’avvio del dispositivo e della riproduzione, visto che parliamo di un dispositivo che si deve collegare ad un rete Wi-Fi, non è immediato, ma si deve attendere qualche secondo dall’avvio della riproduzione all’ascolto della musica sul SoundLink. Anche quando si mette in pausa la musica è necessario attendere qualche secondo prima di tornare ad ascoltare il brano. Abbiamo provato a girare da una stanza all’altra con il nostro iPhone in tasca e il dispositivo, che andava a tutto volume, non ha mai avuto alcuna esitazione. L’unico problema che abbiamo avuto è stato alla disconnessione elettrica del dispositivo; l’iPhone e l’iPad che erano connessi con esso, non hanno più voluto saperne di ricollegarsi. Abbiamo risolto spegnendo il Wi-Fi e riattivandolo sui dispositivi. Questo potrebbe essere anche dovuto al fatto che la zona era parecchio affollata di reti (tre) e di dispositivi connessi. Va anche detto che una volta spento, il SoundLink non riprende automaticamente a suonare semplicemente premendo il tasto sul telecomando; si deve invece riattivare la riproduzione toccando play sul dispositivo.

COME SUONA
I dispositivi Bose sono noti per essere in grado di suonare come qualche cosa di molto più grande delle loro dimensioni fisiche e il SoundLink Air non fa affatto eccezione. Portato al massimo del volume è piuttosto complicato restare ad un paio di metri senza avere la tentazione di tapparsi le orecchie; la potenza diventa anche fisicamente percepibile mettendo una mano davanti alla griglia. Con questo gesto si sentirà chiaramente lo spostamento d’aria determinato dall’altoparlante. In poche parole se il vostro obbiettivo è saturare una stanza, anche di dimensioni medio grandi con un solo dispositivo è difficile che a parità di dimensioni troviate qualche cosa di più efficace. Per la qualità del suono il discorso è invece soggettivo; non c’è alcun dubbio che la definizione sia ottima, ma le scelte di Bose che preferisce accentuare tonalità basse e medio basse, non viene neppure qui smentita. L’effetto è a seconda dei gusti stupefacente o non soddisfacente; se cercate l’effetto speciale e la musica che “pompa” il SoundLink Air è quel che vi serve benchè portato al massimo l’amplificatore provoca una lieve distorsione; nulla di impossibile da sopportare, è bene precisare, anche se forse, visto il prezzo del prodotto, ci sarebbe potuti attendere di meglio da questo punto di vista… Se siete audiofili probabilmente storcerete il naso per la scelta di ridurre l’enfasi su tonalità medie e acute, scelta che riduce la purezza dell’esecuzione musicale, ad esempiom di brani strumentali o musica jazz. A nostro giudizio il meglio il SoundLink lo offre ad un volume medio, già più che sufficiente per dare musica ad una stanza, o basso. A volume ridotto abbiamo apprezzato la capacità di offrire una buona risposta sui bassi senza uccidere le altre tonalità.

CONCLUSIONE
IL SoundLink Air è un prodotto costruito senza risparmiare, usa materiali di qualità e tecnologie tra le più avanzate. Airplay permette di sfruttare la rete Wi-Fi casalinga portando il dispositivo in tutte le stanze coperta da essa senza spostare la sorgente della musica. Il suono è potente, forse il più potente sul mercato per un dispositivo con queste dimensioni, e molto definito ma con una decisa enfasi sui bassi, il che potrebbe non essere considerato l’ideale dai puristi del suono. Tra i limiti da segnalare, la mancanza di una batteria integrata (anche se è possibile installarne una venduta separatamente) e un alimentatore di proporzioni eccessive che potrebbe costringere a qualche peripezia per trovare una presa libera.

PRO
– Suono potente e definito
– Materiali e design di prima qualità
– Uso della tecnologia AirPlay
– Piccolo e maneggevole

CONTRO
– I bassi molto pronunciati potrebbero non piacere agli audiofili
– Batteria venduta solo come accessorio separato
– Alimentatore che per dimensioni potrebbe risultare non gestibile in spazi ridotti

Il SoundLink è in vendita nel negozio Bose di Amazon (345 euro) oppure sul sito Bose e su AppleStore 349,99 euro. La batteria costa 99 euro su Amazon.it; se acquistata sul sito Bose in abbinamento al SoundLink viene scontata di 20 euro.

 

Offerte Speciali

Su Amazon tornano gli Airpods e sono ancora apprezzo minimo: 138,99€

Tornano gli Airpods 2 e sono al super-minimo di prezzo: solo 130 €

Su Amazon tornano gli AirPods 2 e li comprato al prezzo minimo mai visto: solo 130 euro
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,396FansMi piace
95,090FollowerSegui