Home Recensioni Recensione Elephone Explorer Pro, l'action cam con feedback vocale per le funzioni

Recensione Elephone Explorer Pro, l’action cam con feedback vocale per le funzioni

[banner]…[/banner]

Nel mercato cinese ormai spopolano le action cam che, ad un prezzo davvero concorrenziale, mettono nelle mani degli utenti tutto l’occorrente per poter registrare video d’azione in vacanza, durante l’attività sportiva ma anche nelle situazioni più comuni di vita quotidiana. Tra quelle che sono in grado di supportare l’acquisizione video anche in 4K c’è Elephone Explorer Pro, un action camera che la nostra redazione ha avuto l’occasione di provare negli scorsi giorni e che si fa notare per la facile gestione delle varie modalità oltre che per la presenza di qualche funzione particolare ed utile in specifiche situazioni di ripresa.

Elephone Explorer Pro

Com’è fatta

Il comparto accessori che accompagna questa telecamera è lo stesso che troviamo nella gran parte delle action cam di produzione orientale e comprende due piastre adesive, di cui una con filettatura a vite 1/4’’, che eventualmente si possono stabilizzare su un casco da cross con alcune fascette. Ci sono poi la cover subacquea ed una, con tanto di clip da cintura, per agganciarla ai vari supporti liberandola dalla cover impermeabile (di cui troviamo anche incluso uno sportello di ricambio). Non mancano l’attacco per tubi e manubri, alcuni adesivi sostitutivi, una pezza per pulire lente e display, alcune fascette ed una serie di attacchi di diverse dimensioni, viti incluse, che ampliano le possibilità di sistemazione della telecamera in base all’uso che se ne intende fare.

In questo contesto abbiamo apprezzato la confezione di vendita, in cartone molto rigido e con apertura a cassetto. Diversamente da altre scatole, questa può essere eventualmente riutilizzata come pratico deposito per gli accessori prima e dopo l’uso.

Elephone Explorer Pro

La camera non si discosta molto dalle altre che troviamo sul mercato. Piccola quanto una GoPro, di cui ne imita anche le forme, è completamente in plastica, gommata nella cornice, mentre è satinata sulla facciata frontale, unica parte che in effetti è leggermente diversa da altre. Qui, il pulsante ON/OFF, è di forma allungata e di colore rosso, una scelta che ne facilita il rintracciamento anche a colpo d’occhio. Ai lati i classici pulsanti direzionali che attivano anche il WiFi, mentre sul lato superiore trovano posto un indicatore LED ed il tasto OK che funge da pulsante per azionare anche l’acquisizione di foto e video. Per finire sul lato sinistro, l’ingresso microUSB per la ricarica, lo slot per la microSD e l’ingresso miniHDMI per il collegamento ad un TV, mentre sul fondo il vano per la batteria, la stessa che troviamo in tutte le altre action cam di questo tipo e di facile reperibilità anche su Amazon qualora si volesse sostituire o accompagnare ad una seconda batteria magari anche più capiente.

Come funziona

Il menù è molto chiaro ed anche in lingua inglese (c’è anche l’italiano, ma la traduzione lascia un po’ a desiderare) è di facile comprensione. Si accende in pochi secondi con la pressione prolungata del tasto ON/OFF e ci si trova subito nella modalità video, pronti per riprendere una scena premendo il tasto OK. Con il tasto di accensione, il click rapido permette di passare dalla modalità video a quella foto, passando poi per l’anteprima e per finire nel Menù, dove tutte le funzioni sono semplicemente elencate anziché suddivise in varie pagine.

Qui è possibile regolare la risoluzione scegliendo tra 4K a 24fps, 2K a 30fps oppure Full HD a 60fps o ancora HD (720p) a ben 120fps, interessanti qualora si desiderasse effettuare qualche ritaglio per realizzare slow motion d’effetto in post-produzione (volendo c’è anche il VGA, 640 x 480 pixel, che spinge il framerate fino a 240fps). C’è anche la modalità Diving che sulla carta, se attivata, dovrebbe migliorare le riprese sott’acqua, così come Night Scene punta invece a rendere migliori quelle di sera. Si può anche scegliere l’angolo di campo, passando da 170° fino a raggiungere, passando per vari step, al meno grandangolare 70°.

Per le foto, risoluzione massima 20 MP, c’è anche una modalità anti-shaking che dovrebbe aiutare nell’acquisizione di immagini a mano libera, inoltre la funzione Voice Prompt, se attivata, farà “parlare” l’action cam che, come nel caso di batteria quasi scarica, segnalerà l’esaurimento prossimo dell’energia.

Elephone Explorer Pro

Per quanto riguarda il WiFi, c’è un’app per iOS e Android (i QR Code per scaricarle sono allegati nel manuale utente) che permette di controllare l’action cam a distanza. Abbiamo provato soltanto la versione per iPhone che non ci ha per nulla entusiasmato: l’interfaccia grafica è mal progettata, inoltre non c’è modo di guardare in diretta l’inquadratura, in pratica durante le prove ha dato dimostrazione di poter funzionare soltanto come telecomando remoto. A riguardo supponiamo si tratti di un problema di riconoscimento della telecamera in quanto gli screenshot su iTunes dimostrano che l’app è invece potenzialmente in grado di mostrare la scena inquadrata sullo schermo del telefono. Insomma, il WiFi si è rivelato poco utile, oltre che una sanguisuga di energia (10 minuti di prove hanno praticamente prosciugato il 20% di energia).

Come va

La qualità video è davvero ottima, a nostro giudizio anche per certi versi migliore rispetto a quella di altre action cam della stessa fascia di prezzo. Dà il meglio di sé nella modalità di ripresa in 4K dove, sebbene i 24 fps sono appena sufficienti per garantire un video finale abbastanza fluido (scordatevi gli slow motion), il dettaglio e la nitidezza finali sono migliori se confrontati con quelli della stessa scena inquadrata, ad esempio, in Full HD, dove i 60 fps garantiscono comunque una maggiore fluidità nella ripresa finale. Ci è piaciuta molto anche nella resa dei colori, brillanti e molto vicini alla realtà. Anche da questo punto di vista si comporta meglio di altre action cam di simile prezzo.

Nei vari filmati che alleghiamo si può ascoltare la voce del feedback audio che abbiamo lasciato volutamente attivo. Questa funzione, come anticipato, è denominata Voice Prompt e può essere disattivata qualora non la si desiderasse. Questa funzione che non abbiamo mai trovato in altre action cam simili è certamente molto comoda soprattutto quando l’action cam è montata su un casco: in questo modo sarà possibile assicurarsi che la registrazione è stata effettivamente avviata poco prima di partire per giro in moto, una discesa in snowboard o situazioni del genere, senza necessariamente abbinare lo smartphone controllando la cam in remoto o senza dover rimuovere il casco per controllare se l’indicatore LED che conferma l’avvio della registrazione è acceso.

Nel nostro caso i messaggi “video start” / “video stop” sono in inglese perché abbiamo preferito quest’ultima come lingua per i menù, ma impostando quella italiana ci sarà il feedback nella nostra lingua per qualsiasi segnale audio, compresi quelli di avvio registrazione (“avvio video”) e fine registrazione (“fine video”).

Non avendo attualmente modo di lanciarci in un’immersione al mare per mettere alla prova la modalità Diving ci siamo limitati ad un test per quella Night, ma ad essere sinceri non abbiamo trovato benefici nell’attivazione di questa particolare opzione nella registrazione video, dove probabilmente non entra in funzione, mentre nell’acquisizione delle immagini la differenza è davvero minima e dettata principalmente da una grana più fine. A tal proposito alleghiamo due scatti all’interno di un armadio semichiuso volutamente sovraesposti di due stop in post-produzione per mettere in maggiore evidenza la grana con e senza la modalità Night attiva.

Conclusioni

Tra le action cam di questa fascia di prezzo è forse tra le migliori che abbiamo avuto modo di provare fino ad oggi. La resa dei colori è davvero fedele alla realtà, inoltre il dettaglio e la nitidezza nella ripresa in 4K sono ottimi e se non si è interessati allo slow motion i 24 fps sono comunque sufficienti per ottenere una buona fluidità di tutto il filmato. Un interessante Plus il feedback vocale, utile in più di una situazione.

Pro

– Video 4K a 24fps, FullHD a 60fps, HD a 120fps
– Feedback vocale per le funzioni
– Possibilità di scegliere l’angolo di campo tra 170, 140, 110 e 70 gradi
– Modalità Diving per le riprese sott’acqua
– Modalità Night per le foto di sera

Contro

– Impossibile eliminare data ed ora stampati sulle fotografie
– Manca la stabilizzazione video

Design:
3 out of 5 stars (3,0 / 5)
Facilità-d'uso:
5 out of 5 stars (5,0 / 5)
Prestazioni:
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Qualità/Prezzo:
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Average:
4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Prezzo al pubblico

Elephone Explorer Pro è in vendita su Amazon per 109,99 euro spedizione compresa.

Elephone Explorer Pro

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,937FansMi piace
93,807FollowerSegui