fbpx
Home Hi-Tech Hardware e Periferiche Recensione notebook Jumper EZbook S5, il notebook cinese da 14" perfetto per...

Recensione notebook Jumper EZbook S5, il notebook cinese da 14″ perfetto per Office e web

I vendor cinesi continuano a proporre notebook con un ottimo rapporto prezzo/prestazioni e l’ultimo prodotto di questo tipo che abbiamo avuto modo di provare è Jumper EZbook S5, notebook di Jumper Tech con display da 14,1″, 6GB di RAM e processore Intel Celeron Apollo Lake N3350. Di seguito le caratteristiche tecniche e le nostre impressioni.

Contenuto della confezione

Il notebook arriva in una scatola di cartone all’interno della quale troviamo: il notebook vero e proprio, l’alimentatore, un mouse wireless (con adattatore di serie nella confezione) un manuale multilingua. Le dimensiono sono: 332.3mm x 219.5mm x 15.56mm; il peso è di 1,70kg e lo spessore di circa 15mm; il guscio è plastica grigia ma la sensazione al tatto è piacevole e sembra meno “plasticoso” del previsto.

Aprendo il coperchio superiore, sulla sinistra abbiamo l’ingresso dell’alimentatore, una porta USB 3.0 e una mini HDMI; sulla destra abbiamo: uscita audio da 3,5mm, card reader TF e 1 porta USB 2.0. La tastiera (layout USA) è comoda (la digitazione non è rumorosa e i tasti sembrano “morbidi); il touchpad al centro con i poggiapolsi ai lati rende comoda la digitazione e l’utilizzo del trackpad. Sulla parte superiore della tastiera troviamo le varie spie (accensione, caps lock, tastierino numerico e spie doppio microfono).

Prima accensione

All’accensione (premendo il tasto in alto a destra sulla tastiera), Windows 10 chiede di impostare la lingua (si può ovviamente scegliere anche l’italiano) e seguono i tradizionali passaggi per la configurazione del sistema (zona, layout tastiera, password WiFI, ecc.).

Terminata la procedura di configurazione, la macchina risulta veloce, con tempi di accensione e spegnimento discreti, merito anche dell’unità eMMC da 64GB di serie (non veloce quanto le unità SSD ma neanche lenta come i tradizionali dischi rigidi,). Nella parte inferiore del computer è ad ogni modo presente uno sportellino che è possibile svitare e sfruttare per installare una unità SSD con interfaccia M.2 (2242, 2260 o 2280).

La RAM (6GB LPDDR4) consente di gestire senza problemi più pagine web e sfruttare i tradizionali programmi Office (Word, Excel, PowerPoint). Non manca connessione WIFi (Intel Dual Band Wirelss-ac 3165) con supporto connessioni 802.11ac(b/g(n 2.4GHz/5 Ghz e il Bluetooth 4.2.

Dettagli su CPU, grafica e altro

LA CPU un Intel Celeron Apollo Lake N3350: è un processore non recentissimo (terzo trimestre 2016) ma specifico per il segmento mobile, con tecnologia a 14nm, 2 core e 2 thread; la frequenza base è di 1,10 GHz e con il burst può arrivare a 2.40 GHz; integra 2MB di cache L2 e vanta un TDP di 6W.

La grafica del processore è l’Intel HD 500 con supporto per eDP/DP/HDMI/MIPI-DSI, tecnologie DirectX, OpenGL e fino a 3 schermi. Nessun problema fino a quando i software da gestire sono applicazioni non troppo esigenti; CPU e GPU non sono invece assolutamente adatte per l’esecuzione di applicazioni complesse (CAD e altri software per i quali è meglio pensare a processori più “spinti”).

Il display da 14,1″ è un Full HD con risoluzione di 1920×1080 pixel e rapporto di aspetto 16:9. Lo schermo offre gamma cromatica pari a 63% sRGB, 45% NTSC e 47% Adobe RGB. La luminosità massima è di 204,5 nit mentre il rapporto di contrasto è 730:1 e la temperatura del colore è di 7200 K, non male per un notebook di questa fascia e l’impressione nel complesso è positiva.

La webcam (al centro in altro sul bordo del display) è da soli 0,3MP: non ha una risoluzione elevatissima ma se l’ambiente è illuminato bene, fa il suo lavoro. Interessate il doppio microfono che risulterà utile nell’ambito delle videoconferenze.

La batteria agli ioni di litio da 33 Wh offre buona autonomia anche se ovviamente non ai livelli possibili con i processori più recenti e costosi. Il trackpad non si può paragonare a quello del MacBook (ma questo vale anche per PC molto più costosi) ma fa il suo lavoro, scorrendo senza intoppi; in ogni caso è possibile usar il mouse wireless di serie nella confezione.

Conclusioni

L’assenza di ventole (raffreddamento passivo) rende il portatile estremamente silenzioso e piacevole da usare, ma questo significa anche un compromesso per quanto riguarda le prestazioni. Sarebbe ad ogni modo sbagliato sfruttare un computer del genere per compiti ai quali non è destinato: come accennato è perfetto per: videoscrittura, gestione fogli elettronici, presentazioni, navigazione web, gestione mail, visione di filmati, attività da ufficio o scolastiche in genere.

È leggero, non ingombrante ed è un ottimo compromesso in termini di prestazioni/costi e risulterà un compagno perfetto per chi è alla ricerca di una macchina leggera e tuttofare da portare appresso. La tastiera è con il layout USA ma si può rimediare applicando dei semplici adesivi sulle lettere con kit ad hoc che si trovano facilmente su Amazon.

Nel momento in cui scriviamo la versione base è in vendita in flash sale a 199$ (177 euro) direttamente sul sito ddi JumperTech, un prezzo decisamente interessante, per una macchina versatile in grado di supportare operazioni anche complesse dove, tipicamente questa categoria di dispositivi lascia a desiderare.

Ecco tutte le versioni disponibili e i link per l’acquisto anche di altri prodotti Jumper:

Pro

  • Leggero e silenzioso
  • Possibilità di espansione
  • Ingressi/uscite complete
  • prezzo aggressivo

Contro

  • Webcam di qualità appena accettabile
  • Assenza di USB-C
  • Tastiera con layout USA

Offerte Speciali

Su Amazon tornano gli Airpods e sono ancora apprezzo minimo: 138,99€

Gli Airpods 2 tornano al prezzo più basso di sempre: 129,99 €

Su Amazon tornano gli AirPods 2 e li comprato al prezzo minimo mai visto: solo 129,99 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,506FansMi piace
94,244FollowerSegui