HomeiPhoniaiPhone AccessoriRecensione PanShot LT-C01, l'asta selfie che va d'accordo anche con le action...

Recensione PanShot LT-C01, l’asta selfie che va d’accordo anche con le action camera

Ad oggi, le aste per selfie sono ormai onnipresenti. Tutti ne hanno una e, chi ancora non cel’ha, può reperirla facilmente anche su Amazon con pochi  euro. Rimane invece più difficile scegliere quale comprare visto che molte, sebbene vengano offerte più o meno allo stesso prezzo, differiscono in forma, materiali e funzioni incluse.

La PanShot LT-C01 che la nostra redazione ha toccato con mano di recente è in buona parte diversa rispetto alle classiche aste telescopiche non solo in forma e materiali, ma anche in possibilità di utilizzo. Viene venduta insieme ad un laccio da polso ed una sacca con chiusura a laccio che ricorda quella degli ombrelli da pioggia più tascabili. Pesa all’incirca 150 grammi ed al tatto da l’impressione di essere robusta e ben costruita. Complice di queste sensazioni è l’alluminio, verniciato di nero, che compone l’asta telescopica.

Compreso il manico, lungo 23 centimetri, le sezioni sono cinque e se estese completamente portano l’asta ad una lunghezza di 97 centimetri, quasi 20 centimetri più lunga rispetto ai selfie stick più comuni. Un’altra differenza con queste ultime sta nel sistema che caratterizza l’apertura e la chiusura delle varie sezioni. Qui, anziché limitarsi ad allungare le aste, è necessario ruotare leggermente ciascuna sezione verso destra. La PanShot LT-C01 è infatti dotata di un sistema di bloccaggio che evita la chiusura accidentale di ciascuna sezione e, almeno questa è l’impressione, dovrebbe garantire una maggiore durabilità nel tempo. All’interno dell’asta c’è un sistema a molla che accompagna la chiusura di ciascuna sezione; inoltre, non si è obbligati a estendere una sezione completamente. Il sistema di bloccaggio fa sì che l’utente possa decidere di estendere una o più sezioni della lunghezza che preferisce, offrendo così infinite possibilità di apertura con precisione che potremmo definire quasi millimetrica.

Abituati alla classica asta per selfie bisogna farci l’abitudine. Inizialmente il sistema può risultare ostico, tuttavia è sufficiente prenderci la mano per apprezzarlo a pieno. Le sezioni, oltre ad essere più solide e rigide, risultano anche maggiormente stabili. Anche alla massima estensione, l’asta non si flette neanche di un millimetro, cosa che invece non possiamo dire di tutte le aste provate in passato. L’impugnatura di gomma che ricopre il manico offre una migliore presa anche coadiuvata dal laccio che la assicura al polso. Sulla base del manico troviamo una filettatura compatibile con la classica vite del treppiede: ciò significa che eventualmente potremo avvitarla ad un cavalletto per sollevare lo smartphone o una action camera, mantenendoli in una posizione molto alta e del tutto stabile.

All’estremità troviamo una morsa per smartphone che, differentemente da altre aste, è agganciata attraverso il sistema a vite che troviamo anche negli accessori di GoPro e la maggior parte delle action camere disponibili sul mercato. In questo modo, se si decide di utilizzare l’asta con una telecamera simile, sarà sufficiente rimuovere la morsa ed avvitarci il dispositivo desiderato. Per quanto riguarda la morsa, è in plastica rigida di buona qualità, come molte altre già apprezzate in passato. Ha degli inserti in gomma che evitano di far scivolare via il telefono agganciato e la molla che permette di estendere l’apertura è abbastanza forte da tenere ben bloccato lo smartphone, compreso il nostro iPhone 6 Plus con custodia annessa che, nonostante la mole, ha trovato spazio nella morsa. Penzola, sull’estremità dell’asta, un cavo  a molla con connettore jack. E’ sufficiente inserirlo nella presa jack del telefono per sfruttare il tasto incorporato nel manico come pulsante di scatto in quanto va ad emulare, su iPhone, la pressione del tasto “Volume +”, quindi di fatto è compatibile con l’app fotocamera nativa e con tutte le altre presenti su App Store che hanno abilitato tale funzione.

Per la maggior parte del tempo abbiamo usato la PanShot LT-C01  con qualche action camera attualmente in prova in redazione. In questo caso il cavo jack, così come il tasto nel manico, sono abbastanza inutili. Il cavetto inoltre, non essendo removibile, rischia di sballonzolare e sbattere sul tubo disturbando la ripresa con la telecamera, quindi nel caso foste interessati alla traccia audio, consigliamo di bloccarlo all’asta stessa. Avere la possibilità di agganciare una action camera su un accessorio di questo genere offre una inquadratura davvero interessante, specialmente in quelle situazioni dove una ripresa aerea offre una vista alternativa alla classica inquadratura, come ad esempio durante una manifestazione in città ma anche più semplicemente una scampagnata tra amici.

Non è di certo tra le aste per selfie più tascabili, ma è senz’altro tra le migliori che abbiamo avuto modo di provare, sia inteso come materiali, solidi e ben costruiti, sia come compatibilità d’uso con smartphone, action camere e treppiedi, senza dimenticare il valido sistema di bloccaggio dell’intera struttura.

Per tutte queste ragioni il prezzo, di 21,99 euro su Amazon, è del tutto ragionevole.

Recensione PanShot LT-C01
contenuto

Offerte Speciali

Super-sconto di 126 euro su Apple Watch 3 GPS+Cellular: lo pagate solo 242,90€

Prime Day: Apple Watch 3 al minimo storico, prezzi da 179 €

Su Amazon Apple watch 3 da 42 mm in versione GPS è al prezzo più basso di sempre: solo 179 euro in occasione del Prime Day
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial