Recensione torcia LED Etekcity, potente e con funzione ricarica cellulare

Macitynet mette alla prova Etekcity 2-in-1, una torcia elettrica LED con funzione caricabatterie per cellulare. Ecco quanto è potente e come funziona questo interessante accessorio per vita all'aria aperta o per gli automobilisti. 19,99 euro su Amazon

Etekcity è una azienda cinese che sta trovando numerosi estimatori anche su Amazon. Nota negli Stati Uniti da molto tempo (i suoi prodotti si trovano presso grandi rivenditori di elettronica con negozi fisici, oltre che on line), in Italia è presente da poco, ma alcuni dei suoi prodotti sono decisamente interessanti. È il caso della Etekcity 2-in-1, una torcia elettrica con lampada LED che funziona anche come caricabatterie per cellulare (19,99 euro su Amazon).

Questo accessorio si presenta bene fin dal primo contatto. Pur a fronte di una confezione non ambiziosa, la torcia stessa è molto ben costruita. Il materiale è alluminio massiccio, molto robusto e leggero in un tempo, lavorato al tornio. La parte esterna è anodizzata in un piacevole color nero. L’impressione è che difficilmente potrà essere danneggiata da una caduta, anche rovinosa, e tantomeno da un urto. La forma è perfettamente cilindrica con, da un lato, il tappo che chiude il comparto per la batteria e dall’altra la lente (in plastica) che chiude la lampada LED. Sulla parte posteriore troviamo le due porte per la ricarica (Micro USB) della batteria interna e quella USB per usare la torcia come sistema di ricarica di un cellulare. Qui avremo anche il tasto per l’accensione e la selezione della tipologia di illuminazione. Le porte posteriori sono chiuse da un copertura in silicone, e per evitare che entri polvere o umidità (anche se nell’esemplare che abbiamo testato non era presente). Il LED usato da Etekcity è da 300 Lumen, prodotto da Cree, una delle maggiori aziende al mondo nel campo dei LED.

Complessivamente i materiali sono di elevata qualità, molto robusti, se si fa eccezione per la lente in plastica e che tende a rigarsi molto facilmente, un incidente che dovremo cercare di limitare il più possibile. Una riga sulla lente, vista la capacità estrema di concentrazione della luce, proietta un’ombra in corrispondenza della riga e anche se possiamo rimediare riducendo la concentrazione della luce spostando il fuoco della lente, più righe significano inevitabilmente la riduzione della capacità di illuminazione.

La lampada, in funzione torcia, ha tre diversi tipi di funzione, ma sarebbe meglio dire sei: massima potenza, media potenza, strobo. Se estrarremo la parte frontale, che fuoriesce di tre-quattro centimetri, la torcia si trasforma in una lampada da appendere, ad esempio, dentro ad una tenda da campeggio o da usare in qualunque altra situazione in cui è necessario non illuminare un punto specifico, come si fa con una torcia, ma un ambiente. Etekcity ha infatti costruito il supporto interno del LED in materiale plastico bianco, semitrasparente che fa passare la luce. Allontanando la lente dal LED, il LED stesso scarica la sua potenza luminosa a 360 gradi intorno alla testa della torcia e anche verso il basso, come se fosse contenuto in una sfera.

La prima funzione che abbiamo sperimentato è stata quella in funzione di torcia. La 2-in-1 di Etekcity è sorprendentemente potente comparabilmente con le dimensioni. Siamo riusciti ad illuminare la facciata di un edificio che si trovava ad un centaio di metri da dove ci trovavamo, con un cono di luce diffusa e ampio, ma certamente visibile. L’impressione è stata che il fascio sarebbe potuto andare anche oltre. Usata ad una distanza di una cinquantina di metri, la Etekcity 2-in1, è in grado di proiettare un fascio di luce ancora molto concentrata di un diametro, approssimativamente, di un paio di metri e di illuminare perfettamente la zona che viene colpita dal fascio luminoso.

A distanza ravvicinata la torcia dimostra di poter illuminare perfettamente un punto buio con l’unico difetto che stampa la forma del LED con un quadrato molto luminoso al centro. Ma basta estrarre di qualche millimetro per avere una luce solo leggermente meno concentrata, senza “stampo” ma ugualmente potente. La differenza tra la potenza massima e la minima è percepibile, ma non così radicale. La funzione strobo è utile per segnalare la propria posizione o usare la torcia come strumento per segnalare un pericolo, ad esempio una vettura ferma al bordo della strada.

La funzione lampada è utile se vorremo usare la torcia come una sorta di mini-lampadario. Estraendo al massimo la punta che copre il LED, avremo una luce bianca, diffusa. Grazie ad essa è certamente possibile avere una cera luminosità in una stanza di piccole dimensioni o in una tenda, anche se dovremo tenere al massimo la potenza di emissione della luce; immediatamente sotto la lampada ad una distanza di un metro circa, avremo la possibilità di leggere o svolgere qualche faccenda. Nella posizione “low”, la luce è ridotta, anche se potrebbe essere utile come lampada notturna, da usare quando si vuole dormire senza restare totalmente al buio.

L’autonomia secondo Etekcity in modalità lampada è di 12 ore. Al nostro test si è spenta dopo circa dieci ore, una durata comunque decisamente buona se si considera la potenza del fascio luminoso.

Abbiamo poi testato la lampada in funzione caricabatterie. All’interno della torcia Etekcity abbiamo una batteria ricaricabile al litio di taglia 18650, quindi di 1,8 centimetri di diametro (le classiche stilo AA hanno il diametro di 1,41 centimetri) e di 6,5 centimetri di lunghezza. Ha una capacità nominale di 2400 mAh, ma abbiamo testato circa 2200 mAh di carica effettiva. Riesce a fornire circa 1500 mAh, nella norma per le batterie al litio in fatto di resa, sufficienti per ripristinare fino a circa l’80% la carica di un iPhone 6. L’intensità in uscita è buona, almeno in considerazione del fatto che siamo di fronte ad una funzione secondaria: 1A con circa 5V.

È interessante notare che la batteria usata è un prodotto assolutamente standard che si acquista su Internet anche con capacità superiori a quella fornita con la torcia; a costi molto abbordabili si acquistano anche dei caricabatterie specializzati, come il kit più venduto su Amazon comprensivo di due batterie da 3.000 mAh e caricatore che costa meno di 18 euro. Potremmo anche averne quindi due, o addirittura tre, una in uso e altre cariche e pronte da usare per poi ricaricare quella di riserva.

In conclusione la 2-in-1 di Etekcity è un prodotto ottimo, realizzato con materiali di qualità, robusti (se si fa eccezione per la lente in plastica, che va trattata con cura) e è anche potente. A seconda della focalizzazione concentra il suo fascio di luce a distanze ragguardevoli, per segnalazioni o illuminare punti specifici, oppure è in grado di rischiarare uno spazio considerevole con una luce diffusa. La funzione secondaria di caricabatterie per cellulare viene svolta in maniera onesta, con una uscita di 1A e una capacità sufficiente a soddisfare le esigenze di cellulari di fascia media. In definitiva è un prodotto raccomandabile per campeggio o da mettere nel cruscotto dell’automobile. Al prezzo cui viene offerta è un vero affare.

La Etekcity 2-in-1 costa 19,99 euro, spedizione inclusa