fbpx
Home MacProf 3D, CAD e Design Recensione Wacom Intuos S Bluetooth per Mac e PC, precisione al giusto...

Recensione Wacom Intuos S Bluetooth per Mac e PC, precisione al giusto prezzo

Con le nuove Intuos S Wacom sta cercando di rimescolare le carte in tavola nel mercato delle tavolette grafiche in particolare, ma anche dei dispositivi di puntamento in generale: perché se una volta c’era una distinzione abbastanza netta tra i modelli professionali e quelli consumer, questa nuova generazione di Intuos mette in discussione la scala e anche se la differenza resta, è chiaro che il mercato sta cambiando.

Da una parte il costo abbordabile, dall’altra caratteristiche sino a pochi anni fa puramente professionali, in una cornice di design intrigante: chi scrive utilizza tavolette grafiche da circa dieci anni ma questo modello è stata una piacevole sorpresa, sotto tutti i punti di vista.

Recensione Wacom Intuos S Bluetooth, precisione al giusto prezzo
Fronte e retro della tavoletta, qui nel colore verde pistacchio

Recensione

Confezione e prima installazione

La confezione delle nuove Intuos S è davvero bella: e seppure siamo ben consci che all’atto pratico serve a molto poco, è importante sottolineare come Wacom segua molto attentamente tutti i dettagli, anche quelli minori.

La scatola è molto grande, considerata la misura della tavoletta, ma al suo interno troviamo anche la penna, il cavo USB-A/Micro USB e un piccolo manuale d’istruzione, che chi ha già usato una tavoletta grafica può benissimo ignorare.

L’installazione è molto semplice, sostanzialmente si tratta di attivare un account gratuito sul sito Wacom, scaricare i driver di supporto e, in modo facoltativo, scaricare alcuni software in omaggio tra quelli a disposizione.

Il tutto si fa in dieci minuti al massimo, con una fase di personalizzazione dei comandi che può essere fatta al momento oppure durante la fase di lavorazione all’occorrenza: per chi ha più computer, è anche possibile esportare un backup dei set e importarlo nel secondo elaboratore, oppure sfruttare il cloud incluso nell’account per un più comodo (e automatico) passaggio.

La tavoletta Intuos S

Le nuove Intuos (che si diversificano dal modello Pro, attenzione) sono proposte in due dimensioni, S e M (e in tre versioni, con o senza Bluetooth). Il primo (oggetto di questo test) è caratterizzato da una forma di 152 x 95 mm e un peso di 230/s50 g a seconda del modello mentre nella più grande, M, le dimensioni arrivano a 216 x 135 mm con un peso di 410 g.

Per tutte una risoluzione di 2540 lpi e una sensibilità di 4096 Livelli di pressione, quota che sino a pochissimo fa era appannaggio dei modelli Pro, il cui costo apparteneva ad una altra fascia di mercato.

La penna è un modello Wacom Pen 4K, con due pulsanti e 11 grammi di peso, colore nero (peccato, in borsa qualche colore più vivace aiuta) con tre punte a disposizione.

Il colore della tavoletta è Nero nella parte superiore, con la parte sensibile indicata da una rete di piccoli puntini regolari, mentre nella parte inferiore i colori a disposizione sono Nero o Verde pistacchio (esiste anche il colore lampone, a quanto ci è dato di capire non disponibile in Italia).

La forma è rettangolare, leggermente alzata nella parte in alto, con uno spessore di soli 8 millimetri, qualcuno in più di un iPhone per dire.

Nella parte alta campeggiano quattro o cinque pulsanti programmabili (a seconda del modello), mentre nella parte estremamente superiore trova posto un piccolo anello in tessuto che è comodo sia per posizionare la penna quando non in uso come da guida per capire la giusta posizione della tavoletta quando la tiriamo fuori dalla borsa.

Connessione

Tre sono i modelli disponibili: una con la sola connessione USB e altre due che a questa affiancano anche una connessione Bluetooth 4.2 che, lo ricordiamo, necessita di un computer recente. Per quanto riguarda i Mac, ad esempio, serve un MacBook o MacBook Pro di ultima generazione (niente MacBook Air) o un iMac del 2017 o successivi.

Tutti invece utilizzando un cavo USB-A/MicroUSB, molto comune e comodo: quello in dotazione ha la presa a gancio a sinistra, perfetto perché non intralcia sulla scrivania durante l’utilizzo.

wacom intuos s bluetooth 017
La finestra di installazione dei Driver, che qui avverte che è presente un aggiornamento

Utilizzo

L’utilizzo è molto buono, e anche se la superficie del modello S è abbastanza contenuta, questo appare evidente solo su nella gestione di molti elementi, come ad esempio in un disegno complesso in Illustrator, mentre in Photoshop il problema della dimensione si percepisce meno, anche se ovviamente la questione ergonomia è del tutto personale.

I 4096 livelli di pressione offrono una accuratezza molto bella ma soprattutto una bellissima sensazione di naturalezza del tratto: la differenza tra questo modello è il Pro è ancora percepibile (soprattutto perché nelle Intuos Pro i livello di pressione sono il doppio) ma l’ottica diventa più sfumata c’è anche perché ci si avvicina davvero ad una soglia che difficilmente diventa palpabile.

L’utilizzo dei tasti nella parte superiore è positivo, anche se per molti significherà utilizzare due mani, ma l’attivazione del comando è molto buona.

Anche la personalizzazione via software è ottima, perlomeno nella parte Mac (il test è stato eseguito su un iMac 5K del 2015), dato che è possibile localizzare il lancio di Applicazioni, script, funzioni e anche gestire correttamente il numero di schermi, funzione sempre più fondamentale per chi fa grafica.

wacom intuos s bluetooth 021
La penna a corredo della tavoletta, in plastica

Software a corredo

Tre sono le App disponibili per il download (due nella versione USB), con licenze perpetue gratuite: Corel Painter Essentials 6 è al versione limitata del famoso software di pittura digitale, diventato un po’ uno standard nell’ambiente per via della cura con cui gestisce le pennellate e la fedeltà nella riproduzione delle superfici e degli inchiostri.

After Shot 3 (qui la pagina ufficiale) è invece un software di editing fotografico, con particolare attenzione alle immagini in RAW ma a noi è piaciuto soprattutto Clip Studio Paint Pro (qui la pagina ufficiale), adatto al disegno e alla colorazione fumettistica professionale, la cui interfaccia è davvero poco Mac ma le cui potenzialità sono indiscutibili.

Recensione Wacom Intuos S Bluetooth, precisione al giusto prezzo
La pagina di download del software a corredo, all’interno del proprio account Wacom

Da notare che nel caso della Wacom Intuos S Bluetooth e Wacom Intuos S il solo costo dei software nella loro versione commerciale eguaglia il costo della tavoletta.

Inutile sottolineare che le tavolette sono compatibili con la maggior parte dei software in commercio, in particolare quelli professionali, laddove ad esempio sia Photoshop che Illustrator offrono opzioni particolari nei pannelli che si attivano solo se riconoscono una penna attiva.

Anche macOS ha riconosciuto correttamente la Wacom Intuos S Bluetooth mostrando subito il pannello Ink nelle Preferenze di sistema per il riconoscimento della scrittura, che però nei nostri test ha ancora della strada per essere considerato affidabile.

wacom intuos s bluetooth 016
il pannello Ink all’interno delle Preferenze di sistema per l’uso della Penna anche nel sistema operativo: il pannello si attiva solo quando sente una penna

Considerazioni

Come dicevamo in apertura, sino a poco tempo fa questa categoria di tavolette era considerata consumer e vista con uno sguardo di sufficienza dagli utenti professionali, abituati alla qualità della fascia Pro (a cui, lo ammettiamo, è difficile staccarsi).

Questa nuova generazione però offre una cura, una tecnologia e un supporto software (driver, ma anche App) davvero importante e anche se sicuramente non eroderà il mercato delle sorelle maggiori, è sicuramente in grado di catturare quegli utenti che ancora “non si fidano” delle tavolette, così come di offrire una valida alternativa per chi la usa in ufficio e ne vuole una a casa.

Se non avete mai avuto una Wacom, questo modello Intuos S (il più piccolo, comodissimo in borsa e quando siete in giro) potrebbe essere un regalo particolarmente apprezzato, da fare o da farsi fare, per entrare nell’ottica di una tavoletta, apprezzandone la morbidezza e precisione con un prezzo sicuramente abbordabile.

Alcune scelte paiono coraggiose, come il Bluetooth 4.2 forse troppo giovane, altre troppo poco, come la MicroUSB al posto della USB-C, ma per il resto siamo di fronte ad un modello davvero interessante, probabilmente il migliore nel rapporto prezzo/prestazioni di tutto il catalogo Wacom con una qualità costruttiva che ad oggi stacca nettamente la concorrenza.

Wacom è un marchio distribuito in Italia da Attiva, e i lettori possono trovarlo in tutti gli Apple Premium Reseller della penisola, come nei migliori negozi di elettrodomestici e informatica, ma le Intuos S sono disponibili anche online.

Pro

• Precisione incredibile per la fascia di prezzo
• Look intrigante
• Software incluso interessante

Contro

• Il chip Bluetooth è solo per i nuovi Mac

Prezzo

204,94 Euro (Wacom Intuos M Bluetooth, Black e Verde), 102,42 Euro (Wacom Intuos S Bluetooth, Black e Verde) e 81,91 Euro (Wacom Intuos S, Black)

Design
Facilità d'uso
Prestazioni
Qualità/Prezzo

In sintesi

Qualità e precisione fantastici considerata la fascia di prezzo, accessori al TOP per un prodotto destinato a diventare un riferimento nel settore.

Offerte Speciali

Apple Watch 4 GPS da 44 mm: solo 379,99  Euro

Apple Watch 3 a solo 245€; promo anche su Apple Watch 5

Su Amazon trovate in sconto Apple Watch 5 ed Apple Watch 3. Prezzi da 245 euro
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,418FansMi piace
95,273FollowerSegui