Recensione Xiaomi Youpin Linptech Campanello senza pile e senza fili

Un campanello facilissimo da installare e da gestire: niente Wi-Fi e niente fili o batterie per il trasmettitore e 36 musiche a diverso volume per il ricevitore. Merito dell’energy harvesting e della connessione in radio frequenza. Lo abbiamo provato per voi.

Recensione Xiaomi Youpin Limptech Campanello senza pile e senza fili

La solita “cinesata” diranno i nostri lettori: con il marchio Xiaomi Youpin ormai tutto quello che è bianco, ha un design lineare e un leggero profumo di smart viene proposto ad ogni piè sospinto dai siti di gadget online.

Qui in realtà di Hi-Tech non c’è tantissimo ma è comunque una soluzione intelligente e pratica che usa le basi essenziali della trasmissione senza fili e della generazione di energia autonoma per rispondere alla semplice esigenza di farsi annunciare all’ingresso di una stanza o di fungere da richiamo per chi ha difficolta di sentire la vostra voce.

Recensione Xiaomi Youpin Limptech Campanello senza pile e senza fili

La confezione, il pulsantone e il ricevitore

La scatola bianca con iscrizioni totalmente in cinese (assolutamente incomprensibili) ha all’interno i due componenti principali: il trasmettitore e il ricevitore basati su tecnologia in radio frequenza e con una porta dichiarata in interni/esterni di 50/80 metri.

I due sono realizzati in elegante abs e, una volta tanto non vengono accompagnati da batterie: il ricevitore infatti si collega ad un presa qualsiasi mediante il solito adattatore internazionale (funziona a 110/220 Volt ma la spina è quella USA almeno nella confezione che abbiamo ricevuto) mentre il trasmettitore ha un sistema di generazione dell’energia ad attrito: la corsa generosa del pulsante serve ad attivare interruttori ad accumulo che saranno utili per trasmettere il segnale al ricevitore.

I consumi di corrente, essendo il pulsantone basato su un sistema a Radio Frequenza con pochissimi dati da trasmettere sono veramente irrisori e gestibili dal sistema a dinamo. Questo ha due effetti super positivi: non dovete comprare batterie, non dovete sostituirle e potete posizionare il trasmettitore ovunque in posizione protetta (non è adatto per l’installazione all’esterno). Noi per i nostri test lo abbiamo collocato sulla parete interna di un pensile in cucina.

Per facilitare l’installazione del mega-pulsantone che normalmente si attacca su una superficie liscia con il suo biadesivo c’è anche un disco bianco che potremo fissare su un muro scabro attraverso tappi e viti in dotazione. Fate attenzione a non montarlo su porte di metallo perchè le frequenze a 433 MHz sono fortemente schermate.

Dall’altra parte il ricevitore è molto semplice: un disco di dimensioni maggiorate rispetto al trasmettitore, con un pulsante a bilanciere circondato da un anello LED che ci permetterà di personalizzare livello sonoro (5 passi) e tipologia delle suonerie (36 diverse)  con cui viene segnalata la pressione del mega-tasto dall’altra parte.

Personalizzazione

Per cambiare suoneria basterà inserire il ricevitore nella spina e aspettare che si attivi prima dei 3 secondi: premendo l’unico tasto potremo “ciclare” nelle differenti musichette preimpostate: melodie orientali, marcette occidentali e varie opzioni anche base con il livello sonoro che più ci aggrada. Trasmettitore e ricevitore sono già accoppiati sulla stessa frequenza e non dovrete configurare nulla.

Esiste anche una versione Wi-Fi del ricevitore che si può connettere con l’App Mija ma qui ci accontentiamo delle prestazioni base. La versione Wi-Fi costa solo 3 Euro in più attualmente e potrebbe essere interessante per chi vuole un sistema di segnalazione audio aggiuntivo per l’ecosistema Xiaomi (ad esempio il cuoci-riso ha terminato la cottura e il campanello suona al piano superiore dove avete lo studio… )

Al lavoro

Come detto abbiamo installato il trasmettitore in cucina perché uno degli scopi di un sistema del genere è quello di evitare urla dentro casa per avvisare che la cena e il pranzo è pronto: non abbiamo intercomunicanti in ogni stanza e avvisare i ragazzi che stanno studiando o ascoltando musica in cuffia diventa una sorta di festival famigliare. Con un campanello del genere, tra l’altro spostabile in ogni stanza della casa con una portata che permette di gestire due e pure 3 piani a seconda della distribuzione si ha una comunicazione diretta e, se la camera o l’altra stanza è al buio la luce azzurra del ricevitore ha il potere di attirare l’attenzione come e più della suoneria a basso volume.

L’abbiamo utilizzata in casa per qualche giorno e la comodità è assoluta grazie alla possibilità di installazione in qualsiasi punto della casa. Stiamo pensando anche di prendere una seconda confezione visto che è possibile abbinare piu’ ricevitori ad un trasmettitore e piu’ trasmettitori ad un ricevitore collocando le “suonerie” anche nella stanza degli hobby dove la batteria (nel senso di drums) e la musica la fanno da padroni.

Conclusioni

Un gadget semplicissimo da installare, facile da usare e configurare ancora più facile da mantenere visto l’assenza di batterie. Il prezzo bassissimo fa dimenticare la necessità di comprarsi un adattatore per la presa non europea.

Pro

  • Installazione facile
  • Buona distanza
  • Suonerie potenti
  • Luce facile da individuare al buio

Contro

  • Non ha a bordo una presa europea – è necessario un adattatore.
  • Manuale totalmente in Cinese

Prezzo al pubblico

Si può ordinare su GearBest 18 euro circa cliccando su questo link diretto.

L’offerta è valida fino ad esaurimento scorte; per ulteriori informazioni sui costi e tempi di spedizione, eventuali oneri e gestione degli ordini, è possibile consultare il sito del venditore.