fbpx
Home Macity Futuroscopio Roaming in Europa: definite le tariffe massime dal 17 Giugno

Roaming in Europa: definite le tariffe massime dal 17 Giugno

Come i lettori sanno da Giugno 2017 sarà possibile utilizzare il roaming all’estero per 30 giorni utilizzando la stessa tariffa utilizzata per il roaming stesso nel proprio paese. Se l’opzione rappresenta un traguardo di comodità e di efficienza nell’uso del proprio cellulare nell’UE rimaneva il dubbio sugli eventuali rincari che sarebbero arrivati nelle tariffe standard a cui gli operatori si sarebbero ricollocati.

Ora la commissione Europea ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il Concilio dei negoziatori per imporre un tetto massimo dei costi di roaming che riguarderà gli operatori mobili nell’Unione Europea  tariffe minori a quelle inizialmente proposte dalla Commissione.

La soglia rappresenterà la cifra massima che un operatore potrà “caricare” su un altro operatore per poter garantire i servizi di telefonia mobile ad un utente che si trova all’estero.

Per quanto riguarda le chiamate vocali gli operatori non potranno aggiungere un sovrapprezzo oltre 0,032 Euro per Euro in roaming. In sostanza, significa che nel caso ipotetico in cui un utente italiano pagasse 1 euro per chiamata in Italia, spostandosi in Francia il prezzo della chiamata in roaming non potrà essere superiore a 1,032 euro.

I pacchetti dati avranno invece un costo massimo decrescente nel tempo, fino al minimo previsto per il 2022: il rincaro limite per ogni gigabyte sarà di 7,7 euro dal 15/06/2017, 6 euro dal 01/01/2018, 4,5 euro dal 01/01/2019, 3.5 euro dal 01/01/2020, 3 euro dal 01/01/2021, 2,5 euro dal 01/01/2022.

Infine per i messaggi di testo il rincaro massimo potrà essere di 0,01 euro per ogni sms.

Quindi se vi apprestate a viaggiare nei paesi dell’unione europea sapete di quanto potrà aumentare la vostra tariffa voce, dati e testo rispetto alla vostra tariffa abituale a partire dal 15 Giugno 2017.

Secondo la Commissione Europea tali prezzi sono sufficientemente bassi per garantire sia i vantaggi per il consumatore, sia la concorrenza fra i vari operatori europei, scongiurando allo stesso tempo la possibilità che il mercato si appiattisca e che gli utenti inizino a siglare contratti direttamente con operatori esteri, attirati da tariffe complessivamente  più vantaggiose.

“I consumatori continueranno a beneficiare della concorrenza e saranno in grado di utilizzare più dati durante il roaming rispetto alla proposta iniziale della Commissione. Vorrei ringraziare i gruppi politici e gli Stati membri per la loro cooperazione costruttiva e flessibilità “, ha dichiarato Miapetra Kumpula-Natri, responsabile del progetto.

Offerte Speciali

Amazon spacca il prezzo di iPad Pro: sconto del 23%; iPad Air a 499€

Su Amazon piovono sconti per gli iPad Pro e iPad Air. Ribassi storici, con taglio al listino fino al 23% per i modelli Pro e prezzo sotto i 500€ per iPad Air
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,420FansMi piace
95,277FollowerSegui