Home Hi-Tech Finanza e Mercato SoundCloud riduce il personale: via il 40% dello staff

SoundCloud riduce il personale: via il 40% dello staff

SoundCloud, piattaforma di streaming e sharing musicale che ha caratteristiche diverse dai più noti Spotify e Apple Music, non ha mai navigato in buone acque, e già nel 2014 si parlava di tracollo finanziario. A gennaio di quest’anno, l’azienda aveva paventato la possibilità di restare al verde e ora il personale è stato avvisato che 143 persone dovranno lasciare l’azienda.

SoundCloud impiega al momento 420 dipendenti; le attività saranno “consolidate”, gestite, dal quartier generale di Berlino e da un ufficio a New York; le sedi di San Francisco e Londra saranno chiuse.

“Abbiamo bisogno di garanzie per un percorso a lungo termine” ha dichiarato sul blog dell’azienda Alex Ljung, co-fondatore e amministratore delegato. A suo dire SoundCloud ha raddoppiato i ricavi rispetto allo scorso anno ma non ha indicato ulteriori dettagli e spiegato la necessità dei tagli.

Il servizio vanta 175 milioni di utenti; rispetto a servizio di streaming come Spotify o Deezer, non offre tutte le canzoni degli artisti più famosi e in alcuni casi sono disponibili solo alcuni brani. La piattaforma è però molto usata da artisti emergenti; la versione “premium” è adatta per chi vuole caricare musica da condividere, vuole accesso a statistiche dettagliate e non vuole i limiti imposti da altri servizi.

Alex Ljung. Foto: Reuters
Alex Ljung. Foto: Reuters

“In un mondo della musica in streaming competitivo, abbiamo passato gli ultimi anni a far crescere e il business e più che raddoppiato il fatturato negli ultimi 12 mesi” scrive Ljung; “Abbiamo bisogno di garantire il nostro successo a lungo termine restando indipendenti. E raggiungere questo obiettivo richiede un taglio dei costi, la crescita continua dei flussi di entrate derivanti da pubblicità, abbonamenti e un focus inarrestabile sul nostro unico vantaggio competitivo – gli artisti e gli autori”.

“Con la maggiore focalizzazione e il bisogno di pensare al lungo termine, arrivano le decisioni difficili. Oggi, dopo un’attenta e dolorosa analisi, compiamo il difficile passo di congedare 173 membri dello staff di SoundCloud e di accorpare il team in due uffici: Berlino e New York”.

L’incapacità di creare un modello di business duraturo nonostante i grandi numeri evidenziati dagli abbonamenti, sono un elemento indicativo delle sfide non semplici che riguardano il mondo della musica. È sempre più complicato guadagnare per le aziende che operano nel settore dello streaming, al punto che molte (es. Pandora Media) neanche indicano dati effettivamente controllabili relativi ai profitti.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 512 GB: risparmio da 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,826FollowerSegui