Renault e Università di Compiègne patto per lo studio di veicoli autonomi

In Francia un nuovo laboratorio specializzato nei sistemi di localizzazione e percezione per veicoli autonomi. Ppartnership scientifico-tecnologica che baserà sulle piattaforme per veicoli autonomi di Heudiasyc sviluppate a partire da Renault ZOE.

Renault e il laboratorio Heudiasyc, un’unità mista di ricerca tra UTC (Université de Technologie de Compiègne) e il CNRS (importante organismo di ricerca in Europa e nel mondo), hanno dato vita ad un nuovo laboratorio di ricerca comune battezzato SIVALab (Laboratorio dei Sistemi Integrati per il Veicolo Autonomo), che sarà situato a Compiègne.

Articolato su un programma di ricerca di lungo termine, un laboratorio comune è un partenariato tra un’unità di ricerca e un’azienda. È stabilito con una durata contrattuale di almeno 4 anni rinnovabili e si basa su norme di valorizzazione delle ricerche e una condivisione della proprietà intellettuale predefinite.

Questo partenariato scientifico e tecnologico concretizza una relazione di fiducia lunga più di 10 anni tra Renault e Heudiasyc. Il laboratorio SIVALab, sarà caratterizzato da una governance e da risorse condivise e metterà a disposizione una struttura atta ad assicurare il proseguimento degli sviluppi scientifici e la realizzazione di progetti di grande portata. In un primo tempo svolgerà un programma di ricerca quadriennale.

Il principale oggetto di studi di questa collaborazione verterà sull’affidabilità, l’integrità e la precisione dei sistemi di percezione e localizzazione utilizzati per la navigazione dei veicoli autonomi comunicanti. I dati analizzati proverranno non soltanto dai sensori del veicolo ma anche da mappe predefinite del navigatore, nonché dall’esterno, attraverso collegamenti dinamici con altri automobilisti e con le infrastrutture. Grazie ad una gestione intelligente dell’unione di questi dati, il veicolo sarà in grado di posizionarsi meglio nell’ambiente circostante rispetto all’utilizzo dei semplici sensori.