fbpx
Home Hi-Tech Nuove Tecnologie WWDC 2006: il parere della stampa internazionale

WWDC 2006: il parere della stampa internazionale

Daniel de Blas, direttore responsabile di Macworld Spagna.
“Ottima presentazione. E’ difficile immaginare alla fine tutte le cose che ci saranno dentro. Almeno, adesso, abbiamo qualche indicazione di quello che ci sarà . Inoltre, penso che in maniera molto intelligente stiano cercando di tenere alta l’attenzione su tutto. A proposito delle nuove macchine basate su Xeon, mi aspettavo qualcosa di più economico, a metà  con il Mac mini e il Mac Pro, ma forse per i pro è quello che ci voleva. Sono fantastiche per loro, queste nuove macchine. C’è tutto quello che amiamo di Apple senza nessuna di quelle cose che invece ci fanno arrabbiare nei loro prodotti”.

Julian Guillot, giornalista di SVN Mac France (responsabile del videopodcast che in quel Paese è in testa ai download di iTunes).
“Non sono molto contento del Keynote. Circa Leopard sono rimasto molto colpito da Time Machine e dal video su iChat, ma mi aspettavo qualcosa di più spettacolare. Mi ha dato l’impressione che Panther, Tiger e Leopard siano sempre la stessa cosa, solo un po’ di feature in più dall’uno all’altro. Per quanto riguarda le nuove macchine, sono un po’ scontento dal design, il box del Mac Pro è sempre lo stesso. Non sarebbe una buona copertina per una rivista: è sempre la stessa macchina, vista dal di fuori. Per la crescita della potenza dei computer, è sempre lo stesso: aumentano mantenendo più o meno lo stesso costo. Sono contento che sia finita la transizione in anticipo.
Quando hanno detto che la transizione era finita in 210 giorni è perché era obbligatorio per loro farcela.

Andi Heer, Computerworld Svizzera,
“E stato un Keynote interessante ma non sorprendente. Soprattutto dal punto di vista dell’hardware, perché tutti ci aspettavamo i nuovi Mac pro, successori dei Power Mac. E’ stato invece molto interessante avere qualche cosa di più su Leopard, ma non penso che abbiamo visto la cosa “vera”, ma solo qualche spunto: secondo me ci saranno ancora grossi cambiamenti in futuro e il prodotto finale sarà  molto diverso. Soprattutto l’effetto complessivo dell’interfaccia: penso che cambierà  sicuramente anche il Finder. Sono invece un po’ deluso dal fatto che non vi siano reali novità  per 10.5 Server, niente da dire da quel versante: virtualizzazione, che invece è un topic molto caldo in questo momento”.

Thomas Cloer, Computerwoche Germania,
“Questo keynote è stato abbastanza soddisfacente, ho trovato Core Animations e Time Machine le due cose più impressionanti. La prima dal punto di vista degli sviluppatori, la seconda dal punto di vista degli utenti. Il prodotto finale secondo me non sarà  poi così differente, ma di sicuro per me stanno tenendo una serie di cose importanti ancora segrete. Questa è un’ottima evoluzione di 10.3 e 10.4, un forte passo in avanti nella continuità . Quello che non mi piace invece è Mail, il modo in cui sono state aggiunte funzionalità  come Notes e ToDo: non mi piace l’idea, mi sembra che complichi troppo, visto che adesso si torna verso le email testuali anziché con Html (Stationery) che proprio non ha senso. Per quanto riguarda i Mac Pro, il prezzo è ottimo e le macchine sono eccellenti. Forse qualcuno si aspettava uno speed bump più forte dai processori di Intel, ma penso che prima di giudicarle veramente abbiamo bisogno di test reali d’uso, comunque a prima vista sono molto buone, perfette”.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 1 TB GB , minimo storico: 1018 euro

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 1TB GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1018 euro, quasi il 25% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,909FansMi piace
93,611FollowerSegui