Home iOS L'Unione contesta a Samsung l'abuso di brevetti per bloccare Apple

L’Unione contesta a Samsung l’abuso di brevetti per bloccare Apple

L’Unione Europea sospetta che Samsung abbia usando indebitamente le sue proprietà intellettuali per contrastare sul mercato Apple. La contestazione, anticipata nei giorni scorsi, è stata presentata ufficialmente dall’Ue materializzando per l’azienda coreana una indagine formale che potrebbe portare a sanzioni pecuniarie anche di sensibile entità.

Secondo quanto si legge in un comunicato, l’UE paventa un abuso sull’esercizio alcuni brevetti essenziali per la tecnologia di rete cellulare che in base alle normative internazionali non possono essere oggetto di trattative su base onerosa, ma concesse su base FRAND, un termine che significa che il costo deve essere ragionevole e non discriminatorio, una pratica che l’Unione sospetta non sia stata seguita da Samsung. Al contrario l’azienda di Seoul potrebbe avere bloccato con azioni pretestuose e richieste irragionevoli il tentativo di Apple di ottenere la licenza, usando poi gli stessi brevetti per contrastare l’avversaria su vari mercato europei. Questa azione è contraria alle leggi per la libera concorrenza in vigore nell’unione e si configurerebbe come abuso di posizione dominante. «Le proprietà intellettuali – ha detto il commissario per la libera concorrenza Joaquin Almunia – sono fondamentali sul mercato, ma questi diritti non possono essere al centro di un abuso quando sono essenziali per implementare standard che possono portare benefici alle imprese e ai consumatori».

Che qualche cosa si stesse muovendo nell’indagine iniziata nel gennaio del 2012 era apparso evidente quando Samsung aveva deciso di ritirare da tutte le nazioni (Italia inclusa) dove aveva in corso una causa contro Apple la richiesta di bando di iPhone e iPad, limitandosi a dichiarare di avere intenzione di continuare a condurre la sua battaglia su un piano diverso. Una buona parte delle azioni legali erano proprio legate al presunto uso non autorizzato di alcuni standard per le comunicazioni cellulari, accusa che Apple aveva respinto sottolineando da una parte di avere usato componenti di aziende che avevano già il diritto di sfruttamento di queste tecnologie, dall’altra di avere provato a negoziare il loro utilizzo, ma di essere finita in una spirale dilatoria affiancata da richieste di costi irragionevoli.

Ora Samsung deve replicare per iscritto alle contestazioni dell’Unione. Un portavoce di Samsung ha commentato sostenendo che l’azienda «si difenderà vigorosamente, respingendo i fraintendimenti sulle sue azioni dicendosi fiducioso che nel corso dell’indagine, la Commissione accerterà che Samsung ha agito in accordo con le leggi sulla concorrenza in vigore nell’Unione Europea».

Offerte Speciali

iPhone XR 64 GB 569 €, sconto da 170 €

Black Friday: iPhone XR 64 GB al minimo storico, solo 539 €

Per il Prime Day iPhone XR da 64 GB scende al prezzo minimo storico di Amazon: 559,99 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,940FansMi piace
93,806FollowerSegui