AirPods 2 potrebbero avere il sensore di pressione

AirPods 2 potrebbero incorporare sensori di pressione per trovare il corretto profilo sonoro adatto a ciascun utente.

Se è vero che la prossima versione di AirPods sarà soltanto una piccola rivisitazione del modello attuale, con modifiche sostanziali più che altro alla custodia di ricarica, è con AirPods 2 che Apple farà un salto in avanti non indifferente. Il brevetto depositato da Apple di recente (numero 20.180.367,886 mila) lascerebbe pensare alla possibilità che AirPods 2 saranno dotate di un sistema per rilevare la pressione.

Secondo quanto descritto nella richiesta di brevetto, le future AirPods potranno godere di sensori di pressione grazie alle quali determinare la dimensione e la forma delle orecchie di un utente. I segnali così captati potranno essere inoltrati ad un processore, che può utilizzarle per ottimizzare dinamicamente il livello di volume erogato, così da fornire frequenze nella gamma udibile per un particolare utente.

AirPods 2 potrebbero avere il sensore di pressione

Apple ritiene che i sensori di pressione potranno inizialmente essere testati in un ambiente controllato per determinare le migliori dimensioni e la forma auricolare di una determinata popolazione, così da determinare quale EarBud sia in grado di fornire la migliore risposta in termini di forma e frequenza. In questo modo Apple sarà in grado di creare il migliore profilo sonoro possibile per una determinata utenza.

Naturalmente, quando si tratta di brevetti non si ha mai la certezza del “se” o “quando” la tecnologia prenderà vita su un accessorio poi venduto al pubblico. Sono davvero tante le domande di brevetto che rimangono lettera molta, anche se in molti casi è vero il contrario.