Home Hi-Tech Android World Apple contro Samsung, Verizon sta con i coreani

Apple contro Samsung, Verizon sta con i coreani

Verizon è un importante alleato di Apple negli Usa dove propone iPhone e iPad ai suoi clienti, dando una corposa mano a Cupertino nelle quote di mercato e, dall’altra, ottenendo un beneficio altrettanto importante grazie alla presenza nella sua offerta di prodotti ad elevatissima domanda. Ma tutto questo non sembra essere stato sufficiente ad impedire che il secondo operatore mobile del Nord America si schierasse con Samsung in una delle moltiplici cause che vede contrapposte Apple e Samsung.

Secodo quanto rifericono i media statunitensi, Verizon, si sarebbe infatti proposta come “amicus curiæ” (amico della corte), un termine giuridico che si riferisce a una parte non in causa nella contesa che offre volontariamente informazioni o opinioni legali su un caso per aiutare la corte a decidere. La natura di questi contributi è raramente neutrale, ma è nell’interesse di una delle parti e in questo caso, appunto, Verizon avrebbe deciso di intervenire a favore di Samsung chiedendo alla corte californiana del Northern District di annullare l’ingiunzione preliminare richiesta da Apple a luglio per impedire la commercializzazione su mercato statunitense dell’Infuse 4G, Galaxy S 4G, Droid Charge e del Galaxy Tab 10.1 e che dovrebbe essere presa in esame il 13 ottobre. 

Il carrier statunitense ritiene che l’ingiunzione (documento presentato alla corte in PDF) “frenerebbe Verizon Wireless nello sviluppo e la distribuzione di LTE, il network ad alta velocità di nuova generazione, ostacolerebbe la crescita di posti di lavoro generato da tale rete, la concorrenza e le policy nazionali per l’accesso alle reti di comunicazione e a banda larga”.

Nonostante i cenni sul patto tra Apple e Verizon, la mossa non deve sorprendere troppo. In affari quel che conta non sono amicizie e lealtà, ma il business e Verizon ha un fondamentale rappporto d’affari con Samung. Verizon, in particolare come chiaramente esplicitato dal documeto, ha bisogno di Samsung per sostenere la sua offerta LTE su cui nè oggi nè domani Apple non andrà ad incidere e su cui, invece, l’operatore mobile ha gettato miliardi di dollari di investimenti.

Ma questo non è certamente l’unica ragione per cui Verizon sta con Samsung.

I coreani sono stati i primi partner nel campo della telefonia cellulare ad offrire a Verizon dispositivi con Android; anche se la dipendenza di Verizon da Android è diminuita con l’arrivo dell’iPhone in versione CMDA a febbraio (ad agosto di quest’anno, in concomitanza con la disponibilità dell’iPhone per le reti CDMA, il market share di Android su queste reti negli Stati Uniti è sceso dal 51.4% al 41.1%)  questi dispositivi rappresentano una fondamentale parte della proposta commerciale Verizon

Per altro secondo diverse fonti Verizon potrebbe non avere avuto dal patto con Apple gli stessi vantaggi che ha ottenuto AT&T e questo non solo per il fatto che per tre anni e mezzo ha potuto beneficiare di rapporti esclusivi con Apple per la commercializzazione degli iPhone sul mercato statunitense, ma anche perchè iPhone 4 è stato reso disponibile in versione CDMA per Verizon quando era ben oltre la metà del suo ciclo.

Sembra anche che la società di telefonia mobile americana abbia manifestato scontento e qualche perplessità, a questo proposito, per la scelta di ritardare il lancio di iPhone 5 all’autunno, costringendo la sua rete di vendita ad gestire un ciclo di invecchiamento del dispositivo più lungo del previsto e quindi ad ottenere benefici inferiori rispetto a quelli che avrebbe avuto con la presentazione di un nuovo iPhone a giugno.

Infine non va dimenticato che Verizon ha puntato in passato su  dispositivi proprietari (spesso progettati da Samsung) con i quali ha sicuramente migliori margini di guadagno, come migliori sono certamente i margini offerti da Samsung direttamente per i suoi Galaxy rispetto a quelli he Apple concede per iPhone e iPad.

Resta ora da capire quali saranno le ricadute in altri paesi. Vodafone controlla il 45% di Verizon ed in Europa, dove Vodafone è in sostanza il numero uno nel continente con reti in praticamente tutti i paesi, ha un’assetto molto simile a quello americano: un patto molto forte con Samsung ma anche una stretta alleanza con Apple di cui, oltre al rest, sta cominciando a vendere in molti paesi anche iPad. L’attacco legale di Apple a Samsung in Europa non è certo meno virulento di quello che ha scatenato negli USA, anzi al momento proprio in Europa, anche se in un solo paese (la Germania) è in vigore un bando a dispositivi Galaxy per effetto dell’azione nei tribunali da parte di Cupertino. Vodafone resterà a guardare o anche qui si schiererà a favore del produttore asiatico?

 

[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,937FansMi piace
93,806FollowerSegui