HomeMacityFinanza e MercatoApple deve pagare 300 milioni a PanOptis per brevetti LTE

Apple deve pagare 300 milioni a PanOptis per brevetti LTE

Il tentativo di Apple di rivedere il processo contro la società PanOptis per i brevetti sulle tecnologie wireless LTE 4G è stato respinto; questo significa che il colosso di Cupertino dovrà pagare 300 milioni di dollari di danni.

PanOptis e la sua società madre Optis hanno originariamente vinto una causa da 506,2 milioni di dollari contro Apple per violazione di una serie di brevetti 4G LTE. Il caso è stato presentato nell’agosto 2020, ma nell’aprile 2021, un giudice federale ha concesso l’avvio di un nuovo processo a causa di “seri dubbi” sul verdetto.

La somma è stata di conseguenza ridotta a 300 milioni di dollari, ma Apple ha contestato ulteriormente il verdetto, facendo leva su problematiche relative a prove, testimonianze, istruzioni della giuria e l’ammontare del risarcimento riconosciuto a Optis. Apple ha quindi sostenuto di avere diritto a un terzo processo.

Apple deve pagare 506 milioni di dollari a PanOptis per brevetti LTE

Così il tentativo di Apple di ridurre ulteriormente il risarcimento dovuto, portandolo potenzialmente a zero, è naufragato, come segnala Reuters: il giudice distrettuale degli Stati Uniti del Texas orientale, Rodney Gilstrap, ha negato le richieste di Apple per un nuovo processo o per una revisione della sentenza.

L’accusa di PanOptis è che Apple abbia violato i suoi brevetti 4G LTE su prodotti tra cui iPhone, iPad e Apple Watch. Reuters riferisce che si tratta di brevetti considerati essenziali per gli standard internazionali delle comunicazioni wireless LTE.

Separatamente, Apple è coinvolta in un’altra causa con la società madre Optis per le stesse presunte violazioni nel Regno Unito. Il caso dovrebbe continuare a luglio 2022 e c’è la possibilità che ad Apple venga vietato di vendere iPhone nel Regno Unito. Lo scorso anno Apple ha addirittura minacciato di abbandonare il Regno Unito se i termini della controversia sui brevetti dovessero risultare troppo gravosi per Cupertino: allora Optis aveva citato in giudizio Apple perché si era rifiutata di pagare royalty e licenze per circa 7 miliardi di dollari.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano Finanza e Mercato sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

Tim Cook prevede difficoltà di approvvigionamento di iMac e iPad

Amazon sconta del 22% l’iMac “top”, risparmio di quasi 400 €

iMac M1 CPU 8 core e GPU 8 core al prezzo minimo. Risparmio di 370 € grazie ad un ribasso del 22%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial