Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Protagonisti » “Cara Adobe ti scrivo…”

“Cara Adobe ti scrivo…”

Pubblicità

“Dear Adobe” è un sito dedito alle invettive /richieste (ma anche tanti insulti!) nei confronti della casa di San Jose. Il sito web funziona in modo molto semplice: sono automaticamente presentate varie richieste degli utenti ed è possibile votare a favore o contro tali richieste. E’ ovviamente possibile inserire la propria lamentela (in modo che altri possano votarla) o “supplica” e visualizzare la classifica con le 25 richieste più votate.

Molte lamentele riguardano la politica dei prezzi, la mancata coerenza di alcune applicazioni, il mancato supporto a determinate tecnologie e/o sistemi operativi, la mancata correzione di bug che le applicazioni si trascinano da anni.

John Nack, product manager di Adobe, sul proprio blog ha risposto ad alcune recriminazioni, assicurando che la software house “è in ascolto” ed ha anche risposto ad alcune (a pochissime per la verità ) domande poste dagli utenti del sito. Ad esempio, per quanto riguarda gli update e gli installer problematici, Nack scrive una sibillina frase che, più o meno, dice: “Siamo a conoscenza delle difficoltà  avute da alcuni utenti. Potremmo trovare scuse per via dei problemi causati dalla fusione con Macromedia o per il passaggio alle versioni Intel su Mac o a Vista per le versioni PC ma, diciamo che le cose non sono andate come sarebbero dovuto andare”. Forse, semplicemente, Nack ammette che le cose non sono state fatte come dovuto.

A chi si lamenta della mancata coerenza nelle interfacce delle varie applicazioni, Nack risponde di dare uno sguardo alle beta delle versioni CS4. A chi si lamenta del perché sia necessario uscire dai browser come Safari o FireFox durante l’installazione dei programmi, è spiegato che il motivo risiede nel non voler sovrascrivere le impostazioni colore usate dai browser (“lo so che fa schifo come scusa, ma, almeno ora conoscete il motivo del comportamento” afferma il product manager).

Nack non risponde ad alcune acute osservazioni ma, come ha già  avuto modo di affermare, “Adobe è in ascolto”. Se avete qualche lamentela o richiesta particolare, è il momento buono per far sentire anche la vostra opinione…

 

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi iMac con chip M3, Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3

Minimi storici sugli su iMac M3, prezzo da 1199 euro con sconto del 26%

Su Amazon va in sconto va al minimo l'iMac con processore M3 in versione base. Lo pagate 430 euro meno del suo prezzo di listino nella configurazione con 256 GB di disco, CPU 8-core e GPU 8-core, solo 1199 €, riobasso del 26%. Prezzo eccellente anche sulla versione con GPU da 10 core
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità