Chrome supera quota 20% ai danni di Firefox, lieve calo di Safari

Per la prima volta Chrome raggiunge il 20% del mercato nel campo dei software per la navigazione Internet. La crescita di Chrome danneggia Firefox, mentre Safari rimane pressoché stabile

Google Chrome ICO

A luglio per la prima volta Chrome raggiunge e supera il 20% nella quota di mercato dei software di navigazione web. Il browser made in Google si conferma così il secondo più utilizzato del pianeta, a lunga distanza però da Microsoft Internet Explorer che rimane saldamente al primo posto con ben il 58% del mercato.

La lenta costante crescita di Chrome ha progressivamente eroso quote percentuali di Firefox, che ora è il terzo browser più utilizzato con il 15,8% delle quote. Lo scambio di quote percentuali tra Chrome e Firefox è in corso negli ultimi 9 mesi, periodo durante il quale il browser di Mozilla ha perso quasi 2 punti. Questo apparentemente piccolo indebolimento potrebbe comportare un costo elevatissimo per la fondazione Mozilla, così come nota Computerworld: a novembre dovrà essere rinegoziato l’accordo tra la fondazione e Google per l’integrazione delle ricerche di Big G in Firefox. Fino ad oggi le percentuali sulle ricerche effettuate su Google tramite Firefox hanno rappresentato la stragrande maggioranza degli introiti di Mozilla, che si troverà a ricontrattare le condizioni in una posizione indebolita rispetto al passato. Firefox era al 34% del mercato nel 2011.

Nessun grande cambiamento invece nelle posizioni degli altri browser “minori”. Safari registra a luglio una leggera flessione inferiore allo 0,5% e rimane il quarto browser più utilizzato al mondo con il 5,16% del mercato. Opera è fermo allo 0,99%.

netapplications luglio 2014 800