Con DxO ONE, l’iPhone diventa una fotocamera professionale a tutti gli effetti

Un accessorio tascabile da DxO promette di trasformare gli iPhone in fotocamere avanzate; sensore da 20.2MP, obiettivo equivalente 32mm con apertura variabile, da f/1,8 a f/11, supporto formati RAW, filmati a 1080p/30fps o 720p/120fps.

DxO si è da tempo fatta notare per i suoi software di correzione e gestione RAW. Con sedi a Parigi e San Francisco, questo team di scienziati e ingegneri, si dedica da tempo alla fotografia e l’ultima novità è un prodotto hardware: DxO ONE, un modulo che permette di trasformare gli iPhone con porta Lightning in fotocamere DSLR, sulla falsariga di quanto visto con QX10 e QX100 di Sony (accessori, però, gestibili solo via wireless e non da integrare nello smartphone).

L’accessorio pesa 108 grammi, è compatto (alto 6.9 cm), sta in tasca e vanta un sensore CMOS BSI retroilluminato da 1″ da 20,2MP e un obiettivo equivalente a 32mm con apertura variabile, da f/1,8 a f/11, in grado di catturare immagini anche in condizioni di scarsa luminosità.

Il modulo è in alluminio primario (“high-grade”) e può essere sfruttato anche con l’iPad; la fotocamera si orienta di ±60°, permettendo di sfruttare prospettive creative. A detta di DxO il sensore vanta un punteggio nei RAW di 70 e di ben 85 usando la tecnologia denominata SuperRAW (4 frame raw catturati in veloce successione), in linea con varie DSLR full frame e notevolmente superiore rispetto a quanto è possibile ottenere con la fotocamera di serie con i vari smartphone.

Un’app dedicata per iOS permette di controllare le varie impostazioni, inclusa apertura (da f/1.8 a f/11), velocità dell’otturatore (da 15s to 1/8000s), ISO (da 100 a 51200); non mancano varie modalità di cattura specifiche che tengono conto di velocità, priorità di diaframma e modalità manuali. I filmati possono essere registrati a 1080p/30fps o 720p/120fps. Di serie è presente una microSD; le foto possono essere inviate al rullino di iOS e pubblicate su Facebook, Instagram, Twitter, ecc.

Di default DxO ONE memorizza i valori dinamici consentendo l’elaborazione dei negativi digitali in fase di post-produzione con programmi quali OpticsPro o Lightroom.

La disponibilità dell’accessorio è prevista in vari paesi settembre. Il prezzo stabilito è di 649 euro. Ai primi acquirenti saranno offerte gratuitamente le licenze delle applicazioni DxO OpticsPro (ELITE Edition, valore 199$) e DxO FilmPack (ELITE Edition, valore 129$).

dx001 dx002 dx003 dx004

04-tech-m02-v01-md