Consumer Reports, gli iPhone non si piegano come qualcuno vuol far credere

L’associazione dei consumatori statunitense Consumer Reports ha eseguito alcuni test per comprendere se e quanto i nuovi iPhone siano effettivamente soggetti al problema della piegatura. I risultati dimostrano che i dispositivi sono resistenti quanto e più di altri.

Gli smartphone piegati dopo i test di Consumer Reports
Gli smartphone piegati dopo i test di Consumer Reports

Consumer Reports, tra le più note e rispettate associazioni di consumatori USA, ha pubblicato i risultati di alcune verifiche di laboratorio eseguite per comprendere se e quanto i nuovi iPhone siano effettivamente soggetti al problema della piegatura. I risultati dimostrano che i nuovi dispositivi sono molto più resistenti di quanto qualcuno voglia far credere e che i dispositivi concorrenti sono più soggetti al problema della piegatura rispetto a quelli prodotti da Apple.

Per le prove, Consumer Reports ha eseguito un “test di flessibilità su tre punti” con i dispositivi tenuti fermi alle due estremità e una pressione applicata in un terzo punto. Oltre che sui nuovi iPhone, i test sono stati eseguiti anche su dispositivi quali HTC One (m8), Samsung Galaxy Note 3, LG G3 e iPhone 5.

iPhone 6 e iPhone 6 Plus hanno superato di molto la forza equivalente a quella che Apple aveva dimostrato ad alcuni giornalisti nei propri laboratori. Per le prove l’associazione è partita applicando sui dispositivi un peso di 4.5Kg per 30 secondi, rilasciando la presa e incrementando di volta in volta la pressione di 4.5Kg, fino a quando il dispositivo in esamine non ha cominciato a deformarsi e lo schermo è fuoriuscito dal case.

Le prove hanno dimostrato che l’iPhone 6 Plus è più resistente dell’iPhone 6, che questo comincia a deformarsi usando la forza equivalente a un peso di 40Kg e che il guscio comincia a separarsi dal corpo del dispositivo applicando una forza di circa 50Kg. L’iPhone 6 inizia a deformarsi usando una forza di circa 32Kg e il guscio inizia a separarsi applicando una forza di circa 45Kg.

Nei test i risultati peggiori sono stati ottenuti con HTC One (m8), deformato con un peso di circa 32Kg e guscio separato applicando una forza di circa 40Kg. L’LG G3 si è deformato e il guscio è stato sventrato dal case applicando il peso di circa 59Kg. L’iPhone 5 si è deformato con 59Kg e il guscio fuoriuscito applicando forza equivalente a circa 68Kg. Anche il Galaxy Note 3 si è deformato e ha fatto fuoriuscire il guscio con circa 68Kg di forza. Consumer Reports ha evidenziato che dopo i test l’iPhone 6 e HTC One ancora funzionavano, mentre il Note 3 ha smesso di funzionare.

La conclusione è che ovviamente nessuno degli smartphone è indistruttibile e che tutti i dispositivi testati sono utilizzabili senza grandi problemi nell’uso quotidiano.

Gli smartphone piegati dopo i test di Consumer Reports
Gli smartphone piegati dopo i test di Consumer Reports