Home iPhonia iPhone Accessori Deepoon V3, il visore VR per smartphone leggero e traspirante

Deepoon V3, il visore VR per smartphone leggero e traspirante

A portare un po’ di innovazione nel mercato dei visori VR per smartphone c’è Deepoon V3, una soluzione che abbiamo avuto tra le mani nelle scorse settimane e che si differenzia dalla massa per la sua struttura più compatta, leggera e traspirante che lo rende molto più comodo da utilizzare anche per tempi prolungati.

Com’è fatto

La struttura è realizzata in plastica robusta e di ottima qualità. La differenza più evidente con i visori comuni risiede nella facciata frontale dove, anziché trovare il cassetto per l’alloggiamento dello smartphone, quest’ultimo va bloccato attraverso una clip a molla. Il sistema è davvero ingegnoso e funziona molto bene: il telefono resta infatti ben saldo nella posizione in cui lo si lascia grazie allo spessore in gomma (spesso mezzo centimetro) che accompagna la superficie interna della clip, con il duplice scopo di non graffiare il dorso del telefono. Anche il display da questo punto di vista è al sicuro in quanto la superficie di appoggio è rivestita da un morbido strato di gomma.

Deepoon V3 Deepoon V3

Questo nuovo approccio rende poi immediato l’aggancio del telefono ed è compatibile con la maggior parte degli smartphone attualmente in commercio, purché abbiamo un display con diagonale compresa tra 4.7 pollici e 5.7 pollici, con o senza custodia annessa. Il vantaggio di questo attacco si riflette anche sulla *compatibilità degli accessori*: prese e pulsanti del dispositivo in uso restano completamente libere, quindi sarà possibile collegare liberamente il cavo di ricarica così come un paio di cuffie con filo.

Prima regolazione

Il visore si indossa e resta ben saldo alla testa grazie all’ausilio di tre fasce regolabili nella lunghezza attraverso del velcro antistrappo. Sono principalmente realizzate in tessuto ed intervallate da alcune sezioni elastiche che permettono di indossare agevolmente il visore senza dover agire nuovamente sulla regolazione della lunghezza di ciascuna fascia, rendendo così immediati gli utilizzi nei giorni successivi.

Deepoon V3

Successivamente sarà necessario regolare la distanza di messa a fuoco e l’orientamento delle lenti. E’ sufficiente avviare una qualsiasi applicazione VR, meglio se con un’immagine statica (potete anche cercarne momentaneamente una su Google Immagini), quindi inserire lo smartphone nel visore e ruotare la rotella superiore, contrassegnata dai simboli “+” e “-”, per avvicinare o allontanare il display del telefono dagli occhi fino a che l’immagine inquadrata non sarà a fuoco. A quel punto non resta che allontanare o avvicinare le due lenti tra loro spostando i relativi selettori posizionati sulla base del visore fino a che l’immagine visualizzata non sarà una soltanto.

Se fino a questo punto abbiamo trovato soltanto punti a favore per il visore di Deepoon, il primo e forse unico difetto emerge proprio in questa fase. Non essendoci un cassetto che mantiene il telefono perfettamente in sede, è probabile che l’immagine non risulti perfettamente a fuoco. Alla combinazione di ghiera e selettori va così trovato il giusto posizionamento per lo smartphone, che si dovrà spostare in tutte le direzioni a piccoli passi fino a centrare perfettamente l’immagine.

Deepoon V3

Come va

Il punto di forza, come già spiegato, è innanzitutto nella leggerezza. Fasce comprese, il visore pesa appena 280 grammi, decisamente meno dei 390–400 grammi più comuni ad altri visori presenti sul mercato. Per riuscire in questa conveniente impresa il produttore non ha soltanto eliminato il vassoio frontale dedicato allo smartphone ma ha alleggerito anche il resto delle parti che compongono la mascherina frontale combinando uno scheletro in morbida gomma ad inserti in gomma piuma, materiale che troviamo in forma grezza ai lati per garantire una maggiore traspirazione della pelle attraverso appositi fori, e rivestito in soffice tessuto nella cornice più interna, quella in contatto diretto con il volto dell’utilizzatore. Parte di questo rinforzo lo troviamo anche al di sopra dell’apertura dedicata al naso, mossa se non altro azzeccata ma non sufficiente (quantomeno per il nostro ossuto naso) ad ammortizzare il peso del visore durante l’uso prolungato che in effetti, anche se di molto alleggerito, è completamente concentrato in quest’area del viso.

Siamo riusciti a sopportare il peso di visore (280g) e telefono (iPhone 7, 140g senza cover) per non più di 20 minuti, intramezzando così le nostre prove con pause di 5–10 minuti. A parte questo, Deepoon V3 si è dimostrato all’altezza delle nostre aspettative: la mascherina frontale è molto morbida e confortevole e le ampie aperture lasciano presagire un’ottima respirazione della pelle, vantaggio che dovrebbe fare la felicità degli utilizzatori soprattutto nell’utilizzo durante i periodi estivi.

Conclusioni e prezzo

Deepoon V3 è un ottimo visore VR, realizzato in materiali resistenti e durevoli, universale con tutti gli smartphone ed adattabile, con un po’ di pazienza, a tutti gli utenti. Fa quel che promette, ovvero garantisce la fruizione dei contenuti VR dallo smartphone.

Migliora rispetto ai primi visori rilasciati sul mercato dal punto di vista di comfort e leggerezza ed è pertanto tra le alternative più interessanti attualmente in commercio. Lo potete comprare su Amazon per 25,99 euro.

Deepoon V3

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,818FollowerSegui