fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Grazie ad Apple Finisar crea in Texas la capitale dei laser Face...

Grazie ad Apple Finisar crea in Texas la capitale dei laser Face ID

Grazie a Finisar e Apple la piccola cittadina di Sherman in Texas è destinata a diventare presto la capitale mondiale degli speciali sensori laser impiegati per Face ID di iPhone X, tecnologia all’avanguardia richiesta anche in altri settori in forte crescita come il riconoscimento delle gesture aeree ma anche per le auto a guida autonoma.

Infatti Finisar è la società USA che fornisce a Cupertino i sensori VCSEL, sigla dalle iniziali inglesi di Vertical Cavity Surface Emitting Laser, traducibile con laser a emissione superficiale a cavità verticale, una delle sofisticate componenti che rende possibile il funzionamento del riconoscimento del volto di Face ID di iPhone X.

Non sorprende che proprio Finisar sia stata una delle prime società ad ottenere un sostegno da parte di Cupertino all’interno del progetto Advanced Manufactoring Fund, con un pagamento anticipato di 390 milioni di dollari per futuri ordinativi, ingente somma che il costruttore impiegherà anche per stabilire un nuovo immenso impianto di produzione a Sherman in Texas.

In questa piccola città di poche decine di migliaia di abitanti, Finisar sta occupando uno stabilimento in precedenza impiegato da un costruttore di semiconduttori, impianto che è rimasto vuoto e inutilizzato fin dal 2012. Il progetto è ambizioso, così come evidenzia un dirigente Finisar intervistato da una testata locale.

finisar Apple - laser Face ID - foto iPhone x sensori
«Faremo di Sherman la capitale VCSEL del mondo» ha dichiarato Curtis Barratt, vicepresidente e direttore generale di Finisar, indicando anche obiettivi e ragioni di questo entusiasmo «Tutto, dalle auto che si guidano da sole, al riconoscimento dei gesti, al riconoscimento facciale, tutte queste applicazioni renderanno questo un posto molto, molto importante». A giudicare dal sostegno di 390 milioni di dollari sotto forma di pagamento anticipato per futuri oridinativi anche Apple condivide i piani di Finisar.

Dettagli e tabella di marcia aggressiva puntano ad avviare la produzione a Sherman il più presto possibile. Lo stabilimento che Finisar sta attrezzando offre una superficie complessiva di 700mila piedi quadrati corrispondenti a 65mila metri quadrati. Il dirigente ha precisato che circa il 90% delle attrezzature è già stato ordinato e che si prevede sarà installato sul poso tra aprile o maggio. Le prime prove di produzione sono programmate per agosto con inizio produzione in grandi volumi già entro ottobre.

Offerte Speciali

Black Friday: per il nuovo iPad comprate Logitech Crayon a prezzo minimo, solo 42,99 €

Su Amazon Logitech Crayon scende al prezzo più basso della sua storia. La vera e unica alternativa ad Apple Pencil vi costa solo 49,99 euro.