FitPlot 4.2, aggiornata l’€™applicazione che razionalizza le stampe e fa risparmiare carta

Disponibile la versione aggiornata di FitPlot, comodissima applicazione italiana che consente di inserire vari pdf (o altri file grafici come jpg, tif, gif, eps, psd, immagini con copia-incolla) su un foglio plotter virtuale, sistemare gli oggetti inseriti, spostarli, ruotarli, ridimensionarli risparmiando tempo e carta. In vendita a 16,99 euro sul Mac App Store.

FitPlot è un interessante software italiano del quale abbiamo già parlato altre volte e che permette di razionalizzare il lavoro di stampa di tutti i giorni. L’applicazione consente di disporre, ridimensionare, ruotare, duplicare e così via, velocemente e in maniera precisa, immagini e documenti di ogni tipo (tif, jpg, png, gif, psd, pdf, eps), direttamente nel foglio su cui andremo a stampare. Oltre ad accettare immagini varie, il programma permette l’inserimento di elementi tramite drag and drop o copia / incolla direttamente nel foglio di stampa (è possibile, ad esempio, eseguire il drag e drop d’immagini da un browser, oppure il copia e incolla di testo con grafica da un altro programma).

Tra le peculiarità del programma la possibilità di sfruttare al meglio la carta a disposizione con le funzioni di compattamento (in un foglio di larghezza determinata e lunghezza variabile o in uno o più fogli di dimensione fissa), le funzioni di sovrapposizione di PDF / immagini: sfruttando la trasparenza al bianco (caratteristica dei PDF) si possono sovrapporre, ad esempio, un foglio di carta intestata (con logo) con il testo di una lettera (in PDF) ed esportare su file PDF pronto per l’invio per e-mail. Non mancano strumenti per l’imposizione di base: da un pdf multipagina, è possibile disporre le pagine sul foglio di stampa in modo da ottenere, dopo piega e taglio delle stampe, un opuscolo perfettamente impaginato. Si possono creare poster di qualsiasi dimensione componendo i vari pezzi stampati su fogli singoli, tenendo sotto controllo margini di stampa e sovrapposizioni.

Utile anche la funzione di ridimensionamento in scala per i disegni tecnici e con la quale è possibile convertire un disegno da una scala all’altra in maniera semplice. È anche possibile determinare (e reimpostare) la scala di un disegno conoscendone solo una dimensione. 

La versione 4.2 è compilata secondo i dettami Apple per le applicazioni del Mac App Store e supporta il Sandboxing, l’app è ora a 64 bit e dunque può sfruttare (se presenti) grandi quantità di memoria RAM; insieme all’adozione dell’architettura a 64 bit, è migliorata la gestione della memoria e gli utenti dovrebbero notare sensibili miglioramenti nelle operazioni con PDF multipagina (ad esempio nell’imposizione), nella duplicazione d’immagini ecc. Lo sviluppatore, dove possibile, ha predisposto barre di progresso determinate rendendo le attese delle lunghe operazioni non più incerte.

Un nuovo sistema di compattamento offre risultati migliori grazie a un algoritmo denominato MaxRect. Nella sezione “Strumenti” ora troviamo la voce “Ruota gli elementi (selezionati) in orizzontale, verticale o nel loro orientamento originale” utile, assieme alle operazioni di auto ridimensionamento e compattamento, qualora si volesse stampare un set di foto in griglie di 2×2 o più immagini per foglio.

L’applicazione richiede OS X 10.6.6 o superiore ed è in vendita a 16,99 euro sul Mac App Store, Sullo store è anche disponibile una versione gratuita (con la limitazione che ogni stampa conterrà una sovraimpressione), utile per comprendere il funzionamento del programma.

[A cura di Mauro Notarianni]