FLACTunes converte i brani FLAC per iTunes, perfetti per iPhone, iPad e HomePod

I file audio FLAC in alta qualità sono i preferiti dagli audiofili: con l’utility FLACTunes FLAC Converter è possibile convertirli senza alcuna perdita di qualità nel formato Apple lossless, per poterli gestire e riprodurre su Mac, iPhone, iPad e anche HomePod

Flac Converter
[banner]…[/banner]

FLACTunes FLAC Converter è una utility commerciale per convertire brani in formato FLAC e poterli ascoltare e gestire in iTunes, tutto senza perdita di qualità, consentendo di riprodurli su computer o caricarli su iPod, iPhone o iPad.

A partire dal formato FLAC prediletto dagli audiofili, l’utility converte i file nel formato audio lossless di Apple e nel procedimento non sono sfruttati meccanismi di compressione che pregiudicano la qualità complessiva. A detta dello sviluppatore, i brani che si ottengono per iTunes o dispositivi iOS hanno la stessa, identica qualità di partenza.

FLACTunes FLAC Converter supporta audio di alta qualità a 24-bit-192Khz, importa tracce di altissima qualità, convertendole bit per bit sfruttando un formato lossless, cambiando solo il formato di archiviazione dei dati. Sono preservati anche i metadati, come le informazioni su tracce, album, immagine di cover, inoltre l’utility è un software multi-thread, questo significa che è in grado di supportare tutti i core messi a disposizione dal processore.

FLAC Converter

L’utility di fatto colma un vuoto funzionale nell’ecosistema di Cupertino, avvertito dagli audiofili e dagli utenti che esigono il massimo in fatto di qualità audio e prediligono i file FLAC. Anche se con iOS 11 iPhone e iPad possono riprodurre nativamente o con utility tipo VLC i file audio FLAC, in realtà l’utilizzo risulta complesso perché questo formato non è riconosciuto, gestito e riprodotto da iTunes.

Questo vale anche per il nuovo e fiammante HomePod: lo speaker smart di Cupertino è gestito con una versione ad hoc di iOS 11, quindi come iPhone e iPad, gestisce nativamente i file FLAC. Peccato però che l’assenza del supporto in iTunes rende poco pratica la gestione degli archivi musicali in questo formato. Impiegando FLACTunes FLAC Converter è possibile convertire i brani FLAC in file ALAC gestiti nativamente da iTunes, e quindi sempre a disposizione per la riproduzione su Mac, iPhone, iPad e anche HomePod anche all’interno di playlist.

FLAC (Free Lossless Audio Codec) è un codec audio libero con compressione dati lossless cioè senza perdita di qualità. A differenza di formati con codifiche lossy (come Ogg Vorbis, MP3 o AAC), questo formato di compressione non rimuove informazioni dal flusso audio, sulla falsariga dell’ALAC (Apple Lossless Audio Codec) di Apple. Sia l’ALAC, sia il FLAC, sono formati “compressi” ma non per quanto riguarda il contenuto di dati (dettagli relativi al flusso audio), bensì per il “peso” o meglio, lo spazio, che vanno a occupare.

FLACTunes FLAC Converter richiede un Mac con OS X 10.7 o seguenti, “pesa” 1MB ed è venduto 4,49 euro su Mac App Store.