fbpx
HomeMacProfFoto DigitaleFujifilm X-T4, arriva la mirrorless con stabilizzatore incorporato nel corpo macchina

Fujifilm X-T4, arriva la mirrorless con stabilizzatore incorporato nel corpo macchina

Fujifilm X-T4 è realtà. Come correttamente anticipato a inizio mese, la nuova mirrorless è stata presentata nelle scorse ore e, dando un’occhiata alla scheda tecnica, non dovrebbe deludere le aspettative.

Sebbene utilizzi lo stesso sensore da 26.1 MP della X-T3, incorpora una delle caratteristiche più attese e che appunto mancava nel suo predecessore: la stabilizzazione a cinque assi (IBIS) nel corpo macchina.

Questa funzionalità fino ad oggi era presente unicamente sulla X-H1: la sua introduzione nella nuova X-T4 di fatto permette di beneficiarne di tutte le sue potenzialità su una fotocamera molto più compatta. Grazie allo stabilizzatore interno si può recuperare fino a 6,5 stop usando gli obiettivi XF stabilizzati, oppure fino a 5,5 stop con qualsiasi altra ottica.

Ciò compensa appunto la presenza della stessa tecnologia per quanto riguarda il sensore, in quanto sarà possibile ridurre la velocità dell’otturatore ottenendo comunque scatti nitidi anche in condizioni di scarsa illuminazione.

Un’altra novità importante della Fujifilm X-T4 riguarda i miglioramenti apportati all’otturatore meccanico che l’azienda definisce “il più veloce e robusto della serie X”. Di fatto promette raffiche di 15 fps con autofocus ed esposizione automatica per un totale di 300.000 azionamenti. In alternativa c’è l’otturatore elettronico che può scattare raffiche fino a 20 fps.

Si tratta di una prestazione davvero interessante specialmente per la fascia di prezzo in cui si posiziona la fotocamera: nel confronto, la Canon 1DX Mark III con l’otturatore meccanico può scattare raffiche da 16 fps ma costa quasi il quadruplo (6.500 dollari, ndr).

Nella nuova mirrorless è stata migliorata anche la velocità del sistema di messa a fuoco automatica, capace di mettere correttamente a fuoco in appena 0,02 secondi. Sono migliori anche le funzioni di tracciamento e rilevamento di volto/occhi, secondo il produttore «Mediamente il doppio più veloci rispetto alla X-T3».

Fujifilm X-T4, la mirrorless con stabilizzatore incorporato

Il display posteriore ha una risoluzione più alta di quella del modello che va a sostituire (1,62 milioni di pixel contro gli 1,1 milioni della X-T3) ed è completamente orientabile per facilitare l’acquisizione dei selfie. Anche il mirino elettronico EVF è stato aggiornato sebbene abbia la stessa risoluzione (3,69 milioni di pixel) e la medesima frequenza di aggiornamento a 100 fps.

Altra novità, la batteria: è più grande (2.200 mAh, sulla X-T3 è da 1.260 mAh) e promette un’autonomia di 600 scatti contro i 390 della X-T3. Questo incremento chiaramente influisce seppur di poco sulla tascabilità: la nuova mirrorless è di pochi millimetri più profonda e pesa 607 grammi contro i 526 della X-T3.

Purtroppo manca l’acquisizione dei video in 6K precedentemente ipotizzati, la cui risoluzione si ferma invece ai 4K a 60 fps con l’eventuale possibilità di scendere al Full HD a 1080p per poter aumentare il framerate a 240 fps, il doppio rispetto alla moviola che può registrare la Fuji X-T3.

Anche qui i video possono essere registrati internamente ed esternamente con la modalità F-Log a 10 bit per massimizzare la gamma dinamica, però c’è la funzione View Assist che manca nella precedente fotocamera e che va ad aumentare contrasto e saturazione per le anteprime quando si usa l’F-Log. Inoltre l’inseguimento continuo con AF del soggetto ora funziona bene anche in condizioni di scarsa illuminazione fino a -6 EV.

I video possono essere registrati contemporaneamente sulle due schede SD UHS II inseribili negli appositi slot per averne una copia di backup.

Insomma, la nuova Fuji X-T4 appare un’ottima alternativa alla performante X-H1 specialmente dal punto di vista della portabilità. Stabilizzazione sul corpo macchina e maggiore autonomia la rendono inoltre un ottimo compromesso anche per i vlogger.+

Per concludere, arriverà sul mercato entro la primavera 2020 al prezzo di 1.700 dollari, ovvero circa 200 dollari in più rispetto al costo della X-T3 al momento del lancio.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial