Gli Stockisti chiuso, ma la merce arriva puntuale

Gli Stockisti chiuso, ma arriva la conferma che tutta la merce ordinata prima della retata della Polizia Postale viene regolarmente consegnata

stockisti chiuso

I molti appassionati degli acquisti online al risparmio ricorderanno la recente vicenda che ha interessato il sito Gli Stockisti, sotto indagine e con provvedimenti diretti dopo l’accusa di evasione fiscale e con il sito oscurato per impedire ulteriori acquisti.

Gli arresti e l’impossibilità di raggiungere normalmente il sito web avevano messo in allarme gli acquirenti, anche se la Polizia Postale aveva già rassicurato tutti sulla consegna degli ordini.
Ve ne diamo diretta conferma attraverso le informazioni passateci da un lettore che ha ricevuto in queste ore uno smartphone acquistato meno di 24 ore prima della chiusura.

La foto in calce è corredata da altra documentazione che non pubblichiamo, e conoscendo la fonte da cui proviene non nutriamo il minimo dubbio che si tratti di uno smartphone acquistato su Gli Stockisti proprio nel periodo antecedente il blocco dell’attività.
Lo smartphone, naturalmente, è stato consegnato con i dovuti imballi e sigilli, totalmente nuovo e, per la precisione, proveniente dall’Italia (perché brandizzato Vodafone), come pubblicizzato sul sito.

stockisti chiuso

Insomma, gli utenti che hanno ordinato merce sul sito web poco prima dell’oscuramento possono stare tranquilli: la merce viene regolarmente consegnata in queste ore.
Al momento, Gli Stockisti non sono spariti e nonostante gli arresti continua almeno a quanto ci consta, il servizio agli utenti. Non possiamo naturalmente sapere quali saranno i risvolti dell’azione giudiziaria, ma prudenza vuole che sia meglio non acquistare al momento merce sul sito accedendovi tramite DNS modificati.

Non possiamo sapere, infatti, quale sarà l’evolversi della situazione. Inoltre, rimangono i dubbi legati alla garanzia del prodotto, che per un anno compete al venditore.

Se potete, scaricate immediatamente la fattura dalla pagina del profilo sul sito, raggiungibile cambiando i DNS al proprio PC/Mac o smartphone. In questo modo, si potrà almeno tentare di avviare la garanzia direttamente con il produttore.