Google Chrome, in arrivo una Dark Mode avanzata per macOS

Se usate Google Chrome su Mac, Windows e Linux, aggiornatelo subito

La modalità scura di macOS Mojave può essere attivata e disattivata andando nella sezione “Generali” delle Preferenze di Sistema, selezionando la voce “Chiaro” (modalità tradizionale) o “Scuro” (la modalità Dark) alla voce “Aspetto”.

Alle varie funzionalità della Dark Mode abbiamo dedicato un articolo che trovate a questo indirizzo. La modalità scura è supportata nelle app incluse sul Mac come Mail, Messaggi, Mappe, Calendario e Foto. Gli sviluppatori di terze parti possono integrare facilmente il supporto alla nuova modalità di visualizzazione (secondo Apple bastano poche ore) ma devono aggiornare i vari programmi. Molti l’hanno già fatto, altri ancora lo stanno facendo e devono rilasciare specifici update.

Chrome supporta già una modalità scura nella versione per Android ma l’opzione che consentirà di selezionare questa modalità, è in arrivo anche nella versione per Mac, PC, e dispositivi Chrome OS. Stando a quanto riferito nel forum dedicato a Chromium (il web browser da cui deriva Chrome), saranno cinque le diverse modalità Dark offerte: la prima esegue una semplice conversione Hue Saturation Brightness (HSB, in altre parole di tonalità, saturazione e luminosità”), la seconda un’inversione basata sullo spazio colore CIELAB (standard definito dalla Commissione Internazionale dell’Illuminazione, CIE), il terzo effettuando l’inversione selettiva dei colori nelle immagini, la quarta effettuando un’inversione selettiva di tutti colori degli elementi eccetto le immagini e l’ultima effettuando un’inversione selettiva di qualunque elemento.

Google Chrome in Dark Mode

L’attuale Dark Mode di Chrome prevede una sola modalità ma questa può rendere poco leggibili alcuni siti web non specificatamente ottimizzati. Le nuove opzioni sono al momento un “work in progress” ma la novità non dovrebbe tardare ad arrivare nella versione desktop. Non è invece chiaro se queste opzioni saranno disponibili anche nella versione per iOS.