fbpx
Home Macity Curiosità Il meme della ragazza disastro vale una fortuna

Il meme della ragazza disastro vale una fortuna

Paghereste mai 500.000 dollari una fotografia digitale intitolata ragazza disastro? E se vi dicessimo che nella foto non è neppure ritratta chissà quale scena d’autore? E’ il volto di una bambina, quello che si vede in primo piano, che gira la testa all’indietro per guardare dritto nell’obiettivo con un sorriso sornione stampato in volto mentre sullo sfondo, debitamente sfocato, divampa un incendio. Questo scatto che ha fatto il giro del web diventando addirittura un meme, soprannominato “Disaster Girl”, ragazza disastro, risale al 2005: oggi quella bambina ha 21 anni e la fotografia è stata venduta come NFT per 180 Ether, il cui valore attuale ammonta alla cifra che abbiamo riportato in apertura.

Per i non addetti ai lavori, spieghiamo innanzitutto brevemente di cosa stiamo parlando. NFT è l’acronimo di “Non-fungible token” e il cosiddetto token non fungibile è un tipo speciale di token crittografico che rappresenta qualcosa di unico perché i gettoni non fungibili non sono reciprocamente intercambiabili.

Questo significa che tramite questo sistema è possibile acquistare e vendere la proprietà di oggetti digitali e di tenere traccia di chi li possiede utilizzando la blockchain (letteralmente “catena di blocchi”, è una struttura dati condivisa e “immutabile”, riportiamo da Wikipedia: è definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in “blocchi”, concatenati in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall’uso della crittografia. Sebbene la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, è immutabile in quanto, di norma, il suo contenuto una volta scritto non è più né modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l’intera struttura).Bozza automatica

Questi NFT possono insomma contenere qualsiasi cosa digitale, come disegni, GIF animate, canzoni o elementi dei videogiochi (per dire: il CEO di Twitter, Jack Dorsey, ha recentemente venduto il suo primo tweet come NFT per quasi 3 milioni di dollari), e possono essere unici nel loro genere, come può esserlo ad esempio un dipinto della vita reale, o una copia di molti, come le carte collezionabili, ma dietro c’è la struttura della blockchain che tiene traccia di chi possiede la proprietà del file, anche se questo un po’ cozza con il concetto di criptovaluta (come ad esempio i Bitcoin) che è per sua stessa natura fungibile.

 

Quando diciamo che il prezzo con cui è stato concluso l’acquisto è di 180 Ether, parliamo appunto di una criptovaluta, quindi denaro digitale che è possibile utilizzare su Internet, analogamente ai Bitcoin. Nel momento in cui scriviamo il valore di un ETH, che nelle ultime 24 ore è cresciuto dello 0,48%, è di 2.776,49 dollari, quindi il valore che è stato dato alla foto nel momento dell’acquisto è pari a 499.768,20 dollari.

L’ha comprata 3F Music, uno studio musicale di Dubai che ha le tasche sorprendentemente profonde visto che in precedenza ha acquistato altri NFT di grande valore, come ad esempio l’Overly Attached Girlfriend, un personaggio immaginario e un meme di Internet creato da Laina Morris e originato da un video di YouTube pubblicato il 6 giugno 2012, per circa 411.000 dollari, e la foto associata a un articolo sul New York Times (nell’immagine qui sopra) per 560.000 dollari. In una dichiarazione, la società ha spiegato che è in costante collaborazione «Con alcuni esperti e consulenti artistici altamente competenti che credono fermamente negli investimenti digitali perché non solo aiutano a promuovere la propria attività, ma sostengono anche gli artisti e il mercato dell’arte».

ragazza disastro

Nel frattempo Zoe Roth, la ragazza disastro ora ventunenne ritratta nella fotografia in questione, intende investire parte di questo fruttuoso introito incassato attraverso un’asta che si è svolta questo mese sul sito d’aste Foundation per pagarsi le spese universitarie e fare donazioni di beneficienza. La foto gliela scattò il padre, David Roth, mentre guardavano i vigili del fuoco che controllavano l’incendio scoppiato nel loro quartiere. L’immagine salì alla ribalta perché fu usata per partecipare a un concorso fotografico, dove vinse il primo premio: da lì cominciò a fare il giro della rete, fino a generare una piccola fortuna.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Internet sono disponibili da questa pagina.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 245€ su MacBook Pro M1: 1234 euro, minimo storico

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 245 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,792FansMi piace
92,677FollowerSegui