In USA confiscati 635 mila dollari di cavi Lightning falsificati

Un carico di connettori Lightning falsificati e provenienti dalla Cina è stato sequestrato alla dogana USA in Alaska. Il valore della merce era di circa 635 mila dollari e saranno presto distrutti dalle autorità USA.

Le autorità statunitensi deputate al controllo della dogana hanno sequestrato un carico di connettori Lightning di valore pari a 635 mila dollari, in un occasione di un controllo di routine ad Anchorage, città situata in Alaska e uno degli snodi principali di comunicazione della stato nord americano.

I connettori tentavano di replicare le versioni originali Apple, recando non solo l’icona contraffatta della Mela ma anche quella della Underwriters Laboratories, l’organizzazione indipendente per le certificazioni di sicurezza che offre il suo marchio per assicurare i connettori originali.

L’identificazione in questo caso è avvenuta grazie alla tipologia di imballaggio utilizzata, trattandosi di semplici scatole di cartone e non delle ormai bene conosciute confezioni bianche che caratterizzano il packaging dei prodotti Apple da molto tempo.

Le autorità non hanno saputo individuare l’azienda produttrice della merce contraffatta sebbene la provenienza dichiarata fosse cinese; prodotti di questo tipo, se immessi con successo sul mercato, potrebbero avere conseguenze negative sulla Underwriters Laboratories, da sempre simbolo di sicurezza grazie alla sue certificazioni garantite. Secondo quanto dichiarato dalla dogana USA, il carico verrà presto distrutto.